Home Rubriche Binario21

Migranti: da ‘Non siamo pesci’ ad ‘Aiutiamoli a casa nostra’, in piazza la Roma solidale

Ieri in piazza Montecitorio la manifestazione per chiedere una commissione parlamentare d'inchiesta sulle morti in mare

SHARE

ROMA – La giornata di ieri si è conclusa con la manifestazione in piazza Montecitorio lanciata dall’appello ‘Non siamo pesci’ per chiedere l’istituzione di una commissione parlamentare d’inchiesta sulle morti in mare e lo sbarco di migranti ancora confinati sulla nave Sea Watch al largo di Siracusa.

L’ACCOGLIENZA IN REGIONE – Tra le prime dichiarazioni della mattinata c’era stata la presa di posizione del governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, che aveva affermato la disponibilità della Regione all’accoglienza dei minori non accompagnati ancora bloccati in mare. “La vicenda è una vergogna figlia solo della perenne campagna elettorale dei partiti che sostengono il Governo Conte – afferma Zingaretti – Si parla di 47 esseri umani su una nave per nascondere il dato degli oltre 100mila giovani italiani che ogni anno fuggono dal Paese per mancanza di lavoro e prospettive”.

AIUTIAMOLI A CASA NOSTRA – Intanto dalla ieri sera da Piazza Montecitorio la minisindaca del primo Municipio di Roma, la Dem Sabrina Alfonsi, ha voluto lanciare una nuova iniziativa: “Aiutiamoli a casa nostra”. Questo progetto, promosso dal I Municipio in collaborazione con la Comunità di Sant’Egidio, il Consiglio Italiano per i Rifugiati e Refugees Welcome, punta alla costruzione di una rete di cittadini disposti ad accogliere rifugiati in arrivo nel nostro paese: “Le persone disponibili ad accogliere – ha spiegato Alfonsi – saranno inserite in progetti gestiti da organizzazioni accreditate come quelle che sostengono la nostra campagna, che li accompagneranno durante tutto il periodo”. Per partecipare o per chiedere informazioni è stata anche predisposta una mail: aiutiamoliacasanostra@gmail.com.

LA LEGA IN REGIONE LAZIO – In Regione, in risposta alle parole di Zingaretti. i consiglieri leghisti hanno radunato i coordinatori locali per un flash mob in sostegno al Ministro Salvini. In aula alla Pisana hanno esposto cartelli con la scritta ‘Io sto con Salvini’.

LeMa