Home Notizie Cronaca Roma

Non siamo pinguini: la protesta della scuola Europa arriva in Assessorato

Da tre mesi la scuola è senza riscaldamenti, ma non c’è nessuna previsione sulla riparazione del guasto

SHARE

MUNICIPIO VIII –Non siamo pinguini, siamo bambini”, è questo lo slogan scelto per la manifestazione di domani 4 febbraio alle ore 15 sotto l’Assessorato Capitolino ai Lavori Pubblici. A protestare saranno i bambini, i genitori della Scuola Europa a Roma 70, parte dell’Istituto Comprensivo Carlo Alberto Dalla Chiesa, accompagnati da consiglieri, Presidente e Giunta del Municipio VIII.

LA SCUOLA RESTA AL FREDDO

A scuola Europa già da alcuni mesi è senza riscaldamento, fin dal momento dell’accensione dell’impianto, questo ha cessato di funzionare, lasciando le aule al freddo. La soluzione che è stata sino ad oggi adottata per fronteggiare l’emergenza è stata quella di spostare sei classi della scuola primaria nel vicino plesso di via Rigamonti (scuola secondaria di primo grado) con una serie di gravi disagi per i bimbi coinvolti e le famiglie. Ad esempio i bambini trasferiti alla secondaria devono raggiungere la mensa del plesso Europa attraversando un cortile interno che collega le due scuole, ma che è esposto alle intemperie; per mancanza di aule vere e proprie, alcune classi sono state sistemate in rientranze di corridoio senza pareti divisorie e porte; i ragazzi della secondaria che hanno ceduto le classi migliori ai bambini della primaria ora occupano spazi improvvisati e in taluni casi inadeguati. La vicenda è stata anche oggetto di una mozione presentata in Campidoglio dai consiglieri di Fdi, ma bocciata con i voti della maggioranza penta-stellata.

NESSUNA NOTIZIA DAL COMUNE

“Purtroppo non stiamo ricevendo notizie su una possibile soluzione a questa vicenda – spiega l’Assessora municipale alla Scuola, Francesca Vetrugno – da quanto apprendiamo non ci sarebbero fondi stanziati per l’intervento di riparazione, né per la soluzione tampone che avevamo proposto”. L’idea avanzata dal Municipio era quella di installare nove condizionatori (per una spesa di cica 20mila euro) permettendo così ai bambini di tornare nelle loro aule, “ma anche questa soluzione non sembra essere percorribile – seguita l’Assessora Vetrugno – per questo manifesteremo con gli utenti della scuola Europa, ai quali si uniranno anche le associazioni dei genitori degli altri istituti del territorio”

ANCHE IL MUNICIPIO VUOLE RISPOSTE

Anche dalla Presidenza del Municipio VIII arriva l’adesione alla manifestazione di domani. L’intento è quello, quantomeno, di ottenere elle risposte chiare sui tempi di intervento. “Vogliamo una risposta dall’assessore Linda Meleo – commenta il minisindaco Ciaccheri – Da oltre tre mesi, a causa di un guasto all’impianto termico, i bambini del Plesso scolastico Europa (Roma70) fanno lezione con i cappotti e nei corridoi. Da Roma Capitale silenzio assoluto. Nessuna risposta alle numerose richieste fatte dalla scuola e dalle Istituzioni del Municipio. Andremo a protestare tutti insieme sotto l’assessorato ai lavori pubblici”.

Leonardo Mancini