Home Notizie Cronaca Roma

Olimpiadi, De Priamo: “Puntare su sostenibilita’ abimentale per vincere la sfida olimpica”

SHARE
roma2020

Andrea De Priamo, Presidente della Commissione Ambiente del Comune di Roma, interviene sulla candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2020.

«Nell’esprimere grande soddisfazione per la scelta di Roma come candidata italiana alle Olimpiadi del 2020, conseguenza del buon lavoro preparatorio e della determinazione del sindaco Alemanno, ritengo che sia ora fondamentale insistere sull’aspetto legato alla sostenibilità ambientale. Al biglietto da visita che la Capitale può vantare per la sua straordinaria bellezza e il patrimonio storico-archeologico che possiede, riteniamo necessario affiancare serie politiche di riduzione del traffico veicolare privato e delle emissioni inquinanti, di promozione della cultura del verde, della biodiversità e dello sport nei quartieri, nonché per l’attivazione di una filiera virtuosa sul decoro, sulla pulizia delle strade e l’estensione della raccolta differenziata».

È quanto dichiara in una nota il presidente della Commissione Ambiente del Comune di Roma, Andrea De Priamo.

«Si tratta in sostanza di affinare ed intensificare le politiche sulla sostenibilità avviate in questi due anni – continua De Priamo – allo scopo di sfatare quei luoghi comuni che potrebbero ostacolare la corsa olimpica della Capitale, la quale deve invece essere coronata dalla vittoria. In questo senso il gemellaggio con la Città di San Francisco e la prevista visita del sindaco Alemanno nella metropoli americana rappresentano due elementi molto importanti, considerando il ruolo di capofila della città californiana per la cosiddetta politica “zerowaste”, ossia rifiuti zero, che ne fanno una delle leader mondiali della sostenibilità. Sullo stesso versante deve proseguire l’impegno della Capitale per applicare il master plan energetico proposto da Jeremy Rifkin e basato sulla forte diffusione delle energie rinnovabili e sulla distribuzione orizzontale delle reti energetiche. La vittoria finale nella grande ed appassionante corsa per ospitare le Olimpiadi non può, dunque, prescindere da una sfida ancora più importante: quella di fare di Roma la Capitale della sostenibilità ambientale nel panorama mondiale».