Home Notizie Cronaca Roma

Pietre d’Inciampo trafugate: ancora nessuna notizia, a Monti resta la rete arancione

Una nuova installazione probabilmente a gennaio, ma intanto al posto delle 20 pietre trafugate resta solo spazzatura e il ‘pollaio’ arancione

SHARE

MONTI – Da poco meno di venti giorni in via della Madonna dei Monti, al posto di venti pietre d’inciampo, è rimasta solo la rete arancione, l’ormai famoso pollaio che ‘adorna’ tante strade della nostra città. Era la notte tra il 9 e il 10 dicembre scorso, quando degli ignoti hanno divelto e rubato ben venti pietre d’inciampo, installate dall’artista tedesco Gunter Demnig il 9 gennaio del 2012, in memoria dei membri delle famiglie Di Castro e Di Consiglio deportati nei campi di concentramento.

LE INDAGINI – Da quel giorno sono partite le ricerche per ritrovare le pietre e i responsabili dell’odioso gesto, ma al contempo non è stato disposto nessun intervento di ripristino provvisorio (in attesa di una nuova installazione delle pietre) è stato disposto.

LE NUOVE PIETRE – Intanto l’associazione Arte in Memoria, che dal 2010 si occupa di questo tipo di installazioni in tutta la Capitale, ha fatto sapere di aver già contattato l’artista e che per la metà di gennaio queste pietre verranno sostitute, assieme alle 24 nuove installazioni già previste.

Red


Warning: A non-numeric value encountered in /home/www/urloweb.com/wp-content/themes/Newsmag/includes/wp_booster/td_block.php on line 353