Home Notizie Città Metropolitana

Rifiuti: da Roma 1000 tonnellate a Civitavecchia, ma solo per qualche giorno

L’ordinanza firmata dalla Sindaca Raggi serve a superare i giorni di chiusura della discarica di Colleferro, ma l’emergenza sembra solo rimandata

SHARE

ROMA – Sono 1000 le tonnellate di rifiuti indifferenziati al giorno che verranno scaricati nella discarica di Civitavecchia. È questo il destino di parte dei rifiuti della Capitale secondo l’ordinanza firmata questa mattina da Virginia Raggi nel ruolo di Sindaca della Città Metropolitana.

LA DISCARICA DI CIVITAVECCHIA

Il sito, che già riceve parte dei materiali raccolti nella Capitale, verrà utilizzato in via eccezionale per qualche giorno (probabilmente fino a giovedì) in attesa della riapertura della discarica di Colleferro, al momento non disponibile per accertamenti da parte dell’autorità giudiziaria a seguito della morte di un operaio avvenuta qualche giorno fa.

EMERGENZA RIMANDATA

L’impianto di Colleferro in ogni caso non potrà più ricevere rifiuti da fine anno. Una situazione che, al momento, non ha ancora nessuna soluzione. Se l’utilizzo del sito di Civitavecchia potrebbe evitare un’emergenza nel ritiro dei rifiuti, questa è solo rimandata di qualche giorno, alcune settimane al massimo. “Se il Comune non individuerà nelle prossime ore soluzioni che gli competono per i compiti di raccolta e smaltimento, useremo i poteri sostitutivi per superare la loro inerzia”. Così l’assessore regionale al ciclo dei rifiuti, Massimiliano Valeriani, replica sindaca di Roma, Virginia Raggi. “Vanno bene le riunioni purché non diventino una scusa per confondere ruoli, compiti e perdere altro tempo. Per evitare una crisi che chiediamo da tempo di scongiurare occorre che ciascuno si assuma le proprie responsabilità”, aggiunge.

Red