Home Rubriche Go Green

Rifiuti in strada: il Municipio VIII verso l’esposto contro l’Ama

Questa mattina la manifestazione sotto la sede dell'azienda, mentre dal Comune si parla di 'procurato allarme'

SHARE

MUNICIPIO VIII – Questa mattina il presidente del Municipio VIII, Amedeo Ciaccheri, assieme all’assessore all’Ambiente, Michele Centorrino e ad alcune decine di cittadini, ha consegnato dei sacchetti di immondizia davanti la sede dell’Ama in via Calderon della Barca. Il motivo di questa protesta, che il minisindaco ha assicurato essere solo l’inizio di una mobilitazione costante, riguarda l’emergenza nel ritiro dei rifiuti in cui il territorio municipale sembra essere nuovamente finito.

I RIFIUTI IN STRADA – Dopo la crisi del mese scorso, che aveva portato il presidente Ciaccheri a paventare una diffida nei confronti della municipalizzata, si era riusciti a rientrare dell’emergenza, riportando il sistema di ritiro a livelli accettabili. Purtroppo nelle ultime settimane la situazione è tornata critica, con cumuli di rifiuti e sacchetti abbandonati che vengono segnalati in ogni angolo del territorio. “La situazione in questo momento è arrivata a livelli straordinari, siamo in vera e propria emergenza rifiuti – ha commentato il presidente Ciaccheri sotto la sede dell’Ama – Dall’insediamento della nuova amministrazione municipale assistiamo ad una situazione eccezionale. Non c’è cassonetto sul nostro territorio che non sia diventato sede di una discarica a cielo aperto”. Una vicenda che peggiora man mano che avanza l’estate, con i cittadini che in questi ultimi giorni stanno segnalando soprattutto le difficoltà legate all’innalzamento delle temperature e ai conseguenti miasmi generati dall’immondizia abbandonata lungo le strade.

GLI INTERVENTI DELL’AMA – I vertici del Municipio VIII hanno segnalato come nella scorsa notte l’Ama abbia messo in campo delle forze notevoli per cercare di ripulire il più possibile il territorio. Un’azione salutata con favore ma considerata non sufficiente viste le difficoltà vissute dai cittadini in queste ultime settimane. Nonostante le pulizie notturne infatti, sono ancora molte le aree critiche, così come documentato dall’Assessore Centorrino: “Nella scorsa notte abbiamo visto sul territorio delle forze che avremmo voluto osservare già nelle scorse settimane, purtroppo tutto questo è arrivato soltanto dopo una nuova diffida”.

IL PROCURATO ALLARME – Oltre agli interventi ‘notturni dell’Ama’, dal Municipio VIII si segnala anche una nota giunta dall’assessorato capitolino, nella quale si parla addirittura della possibilità di arrivare alle vie legali per procurato allarme: “Riscontriamo una volontà politica del Campidoglio dietro questa gestione dell’azienda. Noi stiamo segnalando disagi dal 28 giugno – seguita Ciaccheri – e l’Assessora Montanari ci risponde solo oggi minacciandoci con il procurato allarme? Questo è il senso dell’irresponsabilità di chi guida l’amministrazione comunale. Qui – seguita il minisindaco – ci sono i presupposti per dichiarare responsabili politicamente l’Assessora Montanari e la Sindaca Raggi. Un’amministrazione centrale che nega quello che abbiamo dovuto subire sulle nostre strade”.

LA MOBILITAZIONE – Il minisindaco Ciaccheri è così tornato a chiedere maggiore attenzione alla racconta sul territorio e un servizio sui rifiuti degno della città di Roma: “Noi siamo pronti a denunciare l’azienda per mancato servizio. I nostri legali stanno valutando l’Esposto alla Procura”. Oltre a richiamare i concittadini ad una mobilitazione permanente, fatta soprattutto di segnalazioni inerenti tutti i disservizi, nel pomeriggio di oggi la Giunta municipale istituirà formalmente l’Osservatorio Rifiuti Zero, “Un organo di controllo e collegamento tra l’Ama, il Municipio e la comunità territoriale. Noi – concludono Ciaccheri e Centorrino – vorremmo occuparci di pratiche virtuose, non di emergenze, e siamo disposti a collaborare”.

Leonardo Mancini