Home Notizie Cronaca Roma

Rifiuti: Proseguono le polemiche con il botta e risposta tra Renzi e l’assessora Montanari

Montanari: “Situazione risolta entro domenica”. Regione, Buschini: “Roma deve dare soluzione definitiva al ciclo dei rifiuti”

SHARE

RIFIUTI – Settimana nera per i rifiuti nella Capitale. Da tutti i quadranti arrivano segnalazioni di cassonetti pieni e rifiuti abbandonati in strada. “Nelle periferie che Virginia Raggi ha sedotto e abbandonato – ha scritto su Twitter l’ex capogruppo di Sel in Campidoglio, Gianluca Peciola – i rifiuti fanno blocchi stradali. Tra poco li faranno i cittadini. #RaggiSveglia”. In alcuni casi i mucchi di sacchetti sui marciapiedi contrastano con i cassonetti vuoti, alimentando ancora di più le proteste dei romani. Purtroppo la divisione delle squadre dell’Ama, con il camion per lo svuotamento dei cassonetti che non può raccogliere anche quanto lasciato a terra (compito di altro personale con mezzi dedicati), non migliora di certo la situazione di crisi in cui versano interi quartieri. Dal Campidoglio è l’Assessora all’Ambiente, Pinuccia Montanari, a spiegare che questa situazione, dovuta principalmente al rallentamento degli impianti di trattamento, dovrebbe essere risolta al massimo entro la prossima domenica. Intanto l’Ama starebbe portando avanti tre differenti strategie per chiudere al più presto l’emergenza: inviare all’estero un maggiore quantitativo di spazzatura (verso l’Austria con due convogli invece che uno); turni h24 per gli operatori della partecipata; intensificazione della raccolta per rimuovere anche i sacchetti in terra.

LA POLEMICA CON RENZI – Intanto non si placano le polemiche sullo stato in cui versano le strade della Capitale, mentre le critiche assumono un tono nazionale. È Matteo Renzi durante l’assemblea dei Dem a riportare l’attenzione su Roma: “Domenica andiamo a pulire questa città, una delle più sporche d’Italia”. Il neo-segretario del Pd ha richiamato il simbolo dei Dem milanesi che armati di magliette gialle e spugnette si erano attivati per ripulire il capoluogo lombardo: “Prendiamo le magliette gialle – ha detto Renzi – e puliamola. Andiamo a dimostrare che qualcuno parla e noi le cose le facciamo “. La replica del Campidoglio non si è lasciata attendere, ed è stata la stessa Pinuccia Montanari a prendere parola attraverso un post sul suo profilo Facebook: “In primo luogo è bene ricordare a tutti i cittadini romani che non c’è assolutamente emergenza rifiuti. Roma non ha mai avuto un Piano per la gestione sostenibile dei materiali post-consumo. Noi in pochi mesi abbiamo approvato e stiamo attuando un Piano che prevede l’obiettivo di raggiungere il 70% di raccolta differenziata – aggiunge – Quindi la situazione attuale di criticità sarà risolta in pochi giorni. Abbiamo ereditato una situazione impiantistica assolutamente molto fragile e quindi dobbiamo, anche in termini di sistema, fare una programmazione seria. Ed è quello che stiamo facendo con il nostro Piano”. In ultima battuta la risposta alla pulizia proposta dal segretario del Pd: “Quello che suggerisce Renzi è solo uno spot elettorale. I romani non vogliono più essere presi in giro come è stato negli ultimi venti anni. Buttino giù la maschera. Renzi, il Governo e la Regione Lazio dicano dove vogliono fare la discarica e l’inceneritore, perché è questo quello che vogliono”.

LA REGIONE LAZIO – Sul fronte della Regione Lazio è invece l’assessore Buschini ad aver convocato per questa settimana un tavolo che, oltre alla Pisana, coinvolgerà anche le Province e i Comuni in cui hanno sede impianti di trattamento e smaltimento dei rifiuti laziali. “La crisi che in questi ultimi giorni ha investito la Capitale potrebbe nuovamente manifestarsi nei prossimi mesi così come già accaduto negli anni passati – ha dichiarato Buschini – Perciò è necessario programmare ogni flusso di rifiuto urbano residuo destinato a trattamento e smaltimento in modo da evitare nuove e clamorose emergenze”. Non è mancata la stoccata finale all’amministrazione Capitolina: “I territori della Regione Lazio – spiega Buschini – stanno offrendo una generosa solidarietà a Roma Capitale, ma è ora necessario che Roma Capitale meriti ulteriore soccorso impegnandosi a dare soluzione definitiva al ciclo dei rifiuti nel proprio territorio. Scopo del vertice sarà quello di pianificare tempi certi per l’adozione del piano regionale dei rifiuti per il quale ciascun ente deve svolgere appieno le competenze che la legge attribuisce”.

Leonardo Mancini

 

SHARE