Home Notizie Cronaca Roma

Roma: 37 arresti per associazione mafiosa

SHARE
AULA GIULIO CESARErid

Indagato Alemanno, in manette l’ex Nar Carminati

L’INDAGINE – Già dalle prime ore di questa mattina è in corso a Roma, Latina e Viterbo, una maxi operazione dei Carabinieri che stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare emessa, come riporta Omniroma, su richiesta della procura distrettuale antimafia di Roma nei confronti di 37 indagati per associazione di tipo mafioso, estorsione, usura, corruzione, turbativa d’asta, false fatturazioni, trasferimento fraudolento di valori, riciclaggio e altri reati. 37 gli arrestati tra cui 8 ai domiciliari e sequestri di beni per oltre un milione di euro. L’indagine chiamata ‘Mondo di mezzo’ sarebbe durata oltre due anni, con centinaia di interrogatori e perquisizioni fino agli arresti scattati questa mattina.

GLI ARRESTI – Al centro delle indagini coordinate dai tre pubblici ministeri Luca Tescaroli, Paolo Ielo e Giuseppe Cascini, sotto la supervisione del procuratore capo di Roma Giuseppe Pignatone, ci sarebbe un sodalizio criminale, facente capo all’ex terrorista dei Nar Massimo Carminati. L’organizzazione radicata da tempo nella Capitale si occupava di pilotare appalti e finanziamenti pubblici del Comune e delle Municipalizzare, con interessi che arriverebbero fino ai centri di accoglienza per gli immigrati. Tra gli arrestati anche dei nomi molto conosciuti nella Capitale, come l’ex Ad dell’Ente Eur, Riccardo Mancini, l’ex presidente di Ama, Franco Panzironi, e Luca Odevaine, a capo della polizia provinciale. Perquisita anche l’abitazione dell’ex Sindaco, Gianni Alemanno, che al momento sarebbe indagato per associazione a delinquere di stampo mafioso. 

LE PERQUISIZIONI – A quanto riportato dall’agenzia Omniroma, sarebbero in corso perquisizioni negli uffici dei consigliere regionali Pd Eugenio Patanè e Pdl Luca Gramazio. I militari sarebbero anche in Campidoglio negli uffici del presidente dell’Assemblea capitolina Mirko Coratti. Lo staff di Coratti – riporta l’agenzia – al momento si trova fuori dagli uffici dove sono in corso le perquisizioni.