Home Notizie Cronaca Roma

Roma: Al Commissario la ‘lista della spesa’ dei Municipi

SHARE
tronca repertorio 2

I Municipi ancora in carica puntano sulle priorità dei territori

GIUBILEO E SICUREZZA – Dopo gli appuntamenti del 2 novembre, anche con il molto discusso incontro con Papa Francesco, continuano gli impegni del neo Commissario della Capitale Francesco Paolo Tronca. Quest’oggi, assieme al Ministro dell’Interno, Angelino Alfano, ha infatti partecipato al comitato per l’ordine pubblico dedicato al Giubileo. È lo stesso Ministro Alfano, presente alla riunione, a parlare delle misure che verranno messe in campo: “Potenzieremo i dispositivi di sicurezza, calibrando l’impiego delle Forze di Polizia, tenendo conto di tutte le variabili possibili, ma facendo in modo che Roma non appaia come una città militarizzata”, ha detto il Ministro Alfano. Tra le principali misure ci sono nuove assunzioni tra le Forze di Polizia: 1.050 uomini alla Polizia di Stato, 1.050 ai Carabinieri e 400 alla Guardia di Finanza. Già da questo mese oltre 1.100 unità delle Forze di Polizia verranno assegnate agli uffici operanti nella Capitale.

LE RICHIESTE DEL COMMISSARIO – Si Continua a parlare di Giubileo e di sicurezza in queste prime ore del commissariamento della Capitale. Ma dopo le rassicurazioni sulla permanenza in carica dei Municipi e dei parlamentini, sono i minisindaci, incalzati dallo stesso Tronca attraverso una lettera del Segretario Generale del Campidoglio, ad elencare le priorità dei territori.

DAL MUNICIPIO VIII – Già nella giornata di ieri è stato il Presidente del Municipio VIII, Andrea Catarci, a chiedere al Commissario un ‘confronto operativo con i Municipi’, senza mancare di sottolineare la celerità nella promessa di fondi speciali per l’appuntamento Giubilare: “Da una parte ci sono i Municipi democraticamente eletti con i programmi da portare avanti territorio per territorio che in alcune azioni possono essere completati – dice Catarci – Dall’altra c’è una gestione centrale transitoria e straordinaria che si caratterizza per i poteri ingenti concentrati in un’unica figura, per i lunghi sette-otto mesi di lavoro davanti e per i fondi in aumento, prima negati all’ex Sindaco Marino e ora elargiti, legati alla preparazione ed all’avvio del Giubileo”. La posizione del minisindaco dell’VIII Municipio è chiara: che questo sia perlomeno un periodo per chiudere alcune delle vicende avviate, prima di arrivare alla tornata elettorale: “L’impegno di tutti deve essere quello di realizzare le necessarie sinergie tra Municipi e Commissario, per trasformare questo difficile momento di sospensione democratica perlomeno in un’opportunità di miglioramento delle vita quotidiana dei Romani”.

DAL MUNICIPIO IX – Il Municipio IX punta invece su questioni pratiche, con il Presidente Santoro che indica le priorità nella riqualificazione dell’EUR, del quartiere Laurentino e di Decima: “La delocalizzazione del mercato di viale America sotto le ex Torri delle Finanze, la riapertura del centro culturale Elsa Morante al Laurentino e lo sblocco di 1,5 milioni di euro di oneri del Torrino per riqualificare il quartiere di Decima”. Inoltre, da via Silone viene richiesta maggiore attenzione su questioni più generali “della pulizia e del decoro, della manutenzione ordinaria e straordinaria delle aree verdi e delle aree gioco, dell’efficientamento del trasporto pubblico e del potenziamento dei servizi di carattere sociale – ha aggiunto Santoro – Mentre procede utilmente il lavoro con il Prefetto Gabrielli, più centrato sui temi della sicurezza, ringrazio il Commissario Tronca per l’attenzione e la sensibilità che ha mostrato sin da subito verso le istanze poste dai Municipi”.

LeMa