Home Notizie Cronaca Roma

Roma: con lo Street-control in tilt i Vigili tornano al taccuino

SHARE
street control roma repertorio

Incrementati gli itinerari mentre si lavora per tornare alla normalità

IL SISTEMA BLOCCATO – Il sistema dello Street Control e quello dei ‘taccuini elettronici’ (gli smartphone in dotazione agli agenti) è bloccato. A quanto si apprende dalle pagine del Messaggero, il problema andrebbe avanti dal 26 agosto, giorno della circolare interna ai comandi che avverte del malfunzionamento. “Le apparecchiature non sono disponibili a causa di un guasto al software – scrive in una nota la vice comandante Raffella Modafferi – negli itinerari controllati con tali strumenti pianificare mirati controlli per le soste irregolari”.

LO STREET CONTROL – I due sistemi di rilevamento, il primo in dotazione a circa 20 autovetture, mentre il secondo in 200 esemplari pensato per sostituire i normali blocchetti per le multe, sarebbero andati in tilt, ma è ancora da chiarire il motivo di questo stop. Al momento, a quanto si apprende, i tecnici starebbe lavorando per risolvere i problemi, ripristinando al più presto il servizio. “Il guasto sarà risolto nel giro di pochi giorni. È un problema che riguarda la Telecom, l’azienda da cui abbiamo noleggiato l’intero sistema software; il problema è loro e la società lo sta già risolvendo – spiega Modafferi al Messagero – A breve giro di posta le apparecchiature torneranno a funzionare, anche progressivamente. Non c’è da preoccuparsi, a sanzionare gli indisciplinati ci penseranno le pattuglie sguinzagliate sugli stessi itinerari”.

I VANTAGGI – Questa innovazione venne introdotta dall’ex Comandante Del Corpo Raffaele Cantone, con la volontà di migliorare il lavoro degli agenti e aumentare il numero di controlli. Lo Street Control è attivo dall’ottobre del 2014 e i dati riferiti ai soli primi sei mesi d’attività non possono che dare ragione a Cantone: si parla di oltre 96.000 sanzioni, per un totale di circa sei milioni di euro nelle casse della Capitale.

LeMa