Home Notizie Cronaca Roma

Roma: De Dominicis al Bilancio de Fantasia per l’Atac

SHARE
campidogliocomune

Nuove nomine dopo le uscite di scena dei giorni scorsi

ROMA – L’ex magistrato contabile Raffaele De Dominicis è il nuovo assessore al Bilancio di Roma Capitale in sostituzione del dimissionario Marcello Minenna. De Dominicis, ex procuratore generale della Corte dei Conti del Lazio, era da due mesi professore universitario di Economia delle amministrazioni pubbliche.

La nomina di De Dominicis come assessore al Bilancio è stata ‘ufficializzata’ da Virginia Raggi in un’intervista esclusiva a Porta a Porta che andrà in onda questa sera. Questa la dichiarazione della prima cittadina in una anticipazione del Tg1: “Un magistrato ed un tecnico che ha sempre combattuto per la legalità e la trasparenza. Ricordiamo, tra le numerose inchieste che portano la sua firma, quella per esempio quella sulla questione di incostituzionalità di tutte quelle leggi che hanno portato alla reintroduzione del finanziamento pubblico ai partiti dopo il referendum del ’93 nel quale i cittadini si erano chiaramente espressi contro. Ricordiamo tutta l’inchiesta sul danno erariale di Mafia Capitale, ricordiamo Affittopoli e ricordiamo Partentopoli. Ricordiamo tantissime inchieste che hanno riguardato Roma – conclude – È davvero un servitore dello Stato ed è per noi un onore averlo in squadra”.

Si guarda anche alle nomine in Atac, dopo l’uscita di scena di Rettighieri e Brandolese. Il nuovo Amministratore unico sarà l’ingegner Manuel Fantasia, esperto di trasporti con esperienze internazionali. L’assessora Linda Meleo (Città in Movimento) ha commentato così la decisione: “C’è chi si perde in chiacchiere e si diverte a soffiare sul fuoco delle polemiche e chi invece non vuole perdere tempo – scrive attraverso il suo profilo Facebook – Abbiamo valutato competenze tecniche, manageriali e Fantasia risponde ai requisiti per riuscire a portare a termine gli obiettivi del programma M5s in tema trasporti. In particolare ci aiuterà ad attuare una vera e propria rivoluzione per quanto riguarda la bigliettazione. Noi non vogliamo perdere tempo e continuiamo a lavorare per il bene della città e dei romani”.