Home Notizie Cronaca Roma

Roma: dopo la bufera in Campidoglio arrivano le nuove nomine

SHARE
campidogliocomune

Pinuccia Montanari all’Ambiente e Luca Bergamo sulla poltrona del vicesindaco

LE NOMINE – Sono di ieri sera le nuove nomine all’interno della Giunta Capitolina. Dopo le dimissioni della Muraro e i fatti che hanno portato a rivedere la posizione di vicesindaco, Virginia Raggi nel corso del vertice di maggioranza di ieri ha scelto Pinuccia Montanari per l’Ambiente e l’Assessore alla Cultura, Luca Bergamo, come suo vicesindaco. 

SUL VICE SINDACO – L’uscente Daniele Frongia continuerà comunque a mantenere la delega allo Sport. “Ringrazio Luca Bergamo per aver accettato l’incarico. Continueremo a lavorare insieme per il cambiamento e il rinnovamento della nostra città”, ha commentato il sindaco Virginia Raggi.

L’AMBIENTE – La nuova responsabile dell’Ambiente nella Giunta Raggi in questi mesi dovrà far fronte a non poche difficoltà. Partendo dal nuovo Piano sulla Differenziata lanciato nelle scorse settimane, passando per le note difficoltà nel ritiro durante le festività natalizie, fino ad arrivare alla spinosa vicenda dell’indicazione della nuova discarica di servizio della Capitale. Sul nuovo incarico è ancora una volata la Sindaca a parlare: “Il tema dell’Ambiente e della gestione dei rifiuti rappresenta una della priorità della nostra amministrazione. Pinuccia Montanari ha una grande esperienza nel settore e ha sempre portato avanti idee innovative che potranno contribuire ad affrontare le sfide che ci attendono. Sono certa che saprà risanare Ama – ha poi aggiunto la Raggi – l’azienda capitolina deve superare le difficoltà che hanno impedito ai suoi dipendenti di svolgere efficientemente il proprio lavoro e ai cittadini di fruire di prestazioni degne di una capitale europea”.

LA NUOVA ASSESSORA – Pinuccia Montanari è laureata in filosofia e giurisprudenza. Si occupa da anni di informazione e ambiente. Ha partecipato alla Conferenza sull’ambiente di Rio de Janeiro nel 1992, a Rio+10 nella città di Johannesburg nel 2002, alla Conferenza mondiale sui cambiamenti climatici di Parigi del 2015. È presidente dell’Ecoistituto di Reggio Emilia e Genova, e coordinatrice del Forum per la democrazia ecologica dell’Icef (International court of the environment foundation). Dal 2004 al 2009 è stata assessora all’Ambiente e Città sostenibile della città di Reggio Emilia, dal 2009 al 2012 assessora ai Parchi storici e Decrescita del Comune di Genova. Attualmente lavora presso l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia È componente del Comitato scientifico della Fondazione Alexander Langer Stiftung. “È un grande onore accettare questa sfida per portare Roma, la Capitale d’Italia, verso la dimensione di una città sempre più ‘Zero Waste’ – ha riferito Pinuccia Montanari – Le principali linee di quest’azione saranno l’applicazione della normativa europea e l’adozione di un grande piano comunale per la riduzione dei rifiuti per passare dall’economia lineare a quella circolare e rigenerativa. Mi piacerebbe che i rifiuti venissero chiamati materiali post-consumo per garantire un futuro sostenibile soprattutto per le nuove generazioni. C’è stata subito grande sintonia tra me e la sindaca Raggi che mi ha prospettato la sua visione di città moderna attenta al benessere dei cittadini. È un’amministratrice forte e attenta e sono orgogliosa di lavorare con lei”.

SHARE