Home Notizie Cronaca Roma

Roma, gioco: L’amministrazione Raggi contro le slot

SHARE
Las Vegas slot machines

Stop al gioco nel centro storico, orari stringenti e sanzioni per limitare il fenomeno

LA NOTIZIA – La notizia, firmata Virginia Raggi e Consiglieri 5Stelle, è stata lanciata quest’oggi attraverso il Blog di Beppe Grillo. “Roma dichiara guerra al gioco d’azzardo – si legge nel testo – Basta all’effetto Las Vegas. Basta alla giungla di slot machine nella città”. Un fenomeno “ormai profondamente radicato nel tessuto socio-economico del nostro Paese e ancor di più nella nostra città se si considera che i costi sociali e sanitari legati al gioco d’azzardo patologico pesano sulla collettività per una cifra compresa tra i 5,5 e i 6,6 miliardi di euro annui”.

IL REGOLAMENTO – Da quanto si apprende è stata depositata una delibera di iniziativa consiliare in merito al regolamento delle sale slot a Roma “che vuole metter ordine dove i numeri sono da capogiro: 294 sale e più di 50mila slot machine nella Capitale, pari ad oltre il 12% di tutte quelle distribuite nel nostro Paese. La cosa più importante è che con le nuove regole vengono introdotti i limiti di distanza di 500 metri dai luoghi “sensibili” come ad esempio scuole, centri sportivi, chiese, caserme e sportelli bancomat. Limiti che puntano a garantire migliori livelli di sicurezza per la tutela della salute e dell’ordine pubblico e a prevenire il rischio di utilizzo da parte di minorenni”.

CENTRO STORICO OFF-LIMITS – Con il regolamento, qualora venisse approvato, verrà vietato l’uso delle slot all’interno del centro storico della Capitale e nelle aree pedonali: “sarà possibile l’utilizzo degli apparecchi automatici di intrattenimento con vincite in denaro, le cosiddette new slot e Videolottery, dalle 10 alle 14 e dalle 18 alle 22 mentre nei giorni festivi non sarà consentito”.