Home Notizie Cronaca Roma

Roma: la Procura apre un’indagine sugli alberi crollati

Dal campidoglio la Montanari replica: “Bene, sono circa 10 anni che manca la manutenzione”

SHARE
Foto da Pagina Facebook 'I 50 manutentori civici'

GLI ALBERI CADUTI – È di questa mattina la notizia della caduta di un albero d’alto fusto in Largo delle Sette Chiese, in zona Garbatella. Fortunatamente in questa occasione non ci sono stati feriti, ma questo episodio si va a sommare ai molti altri avvenuti negli ultimi mesi. A metà dello scorso ottobre dall’Assessorato capitolino alla Sostenibilità Ambientale era stato affermato che soltanto 357 alberi su circa 82mila già monitorati, erano stati classificati come da abbattere. Un numero comunque importante se si considera che queste alberature sono spesso situate in quartieri e su strade trafficate e che le condizioni meteo di questo periodo non aiutano di certo la stabilità degli alberi.

L’INDAGINE DELLA PROCURA – Così la Procura ha deciso di aprire un’indagine per chiare le responsabilità in merito agli episodi di caduta degli alberi nella Capitale. Il Presidente del Codacons, Carlo Rienzi, ha salutato con favore quest’iniziativa, richiesta a gran voce dall’associazione già nei mesi scorsi: “Avevamo presentato diversi esposti in Procura chiedendo di indagare sulle responsabilità dell’amministrazione comunale in merito alla manutenzione del verde capitolino, puntando il dito sul Servizio giardini del Campidoglio – spiega Rienzi – La magistratura ha accolto le nostre istanze avviando una apposita indagine al fine di accertare, anche attraverso la Polizia municipale, chi aveva il compito di garantire la sicurezza di alberi e piante e verificare cosa sia stato fatto sul fronte della manutenzione del verde pubblico”.

INDAGARE SU 10 ANNI DI CARENZE – Non manca nemmeno la replica del Campidoglio, con l’assessora Pinuccia Montanari che punta il dito contro le passate amministrazioni e contro l’inadeguata attenzione alla manutenzione delle alberature di cui storicamente la città soffre: “Siamo molto soddisfatti di questa decisione – spiega la Montanari – Sono circa 10 anni che manca la manutenzione, una carenza grave che ha messo in sofferenza gran parte dei 330mila alberi della città. Noi ci stiamo impegnando fortemente per ristabilire la normalità all’insegna di una pianificazione strategica con nuovi interventi e significativi investimenti sul verde, così da recuperare i ritardi e l’incuria del passato. Con grande rapidità, in pochissimi mesi, abbiamo anche predisposto il Piano di manutenzione del verde di Roma Capitale che contiamo di licenziare in Giunta entro 15 dicembre. Si tratta di un lungo lavoro di cui la città, capitale d’Italia, aveva assoluto bisogno per affrontare in modo strategico la manutenzione e cura del verde”.

LeMa