Home Notizie Cronaca Roma

Roma: Marcello De Vito risponderà ai magistrati in un secondo momento

Per l'Avvocato Mezzocampo non si sarebbe trattato di tangenti, ma di 'compensi per attività professionali'

SHARE

ROMA – De Vito non risponde alle domande del Gip, si avvale della facoltà di non rispondere e si riserva il diritto di replicare più avanti alle domande dei magistrati. “Chiarirò tutto. Sono sereno anche se molto dispiaciuto per quanto sta succedendo”. Sono queste le parole di Marcello De Vito al termine dell’interrogatorio di garanzia riferite dal legale Angelo Di Lorenzo, da poco patrocinante dell’ex presidente del Consiglio Comunale, dopo che l’avvocato Franco Merlino ha rimesso l’incarico. L’avvocato ha spiegato di aver chiesto a De Vito di aspettare a parlare con i magistrati per avere il tempo di organizzare la difesa. De Vito sarà comunque ascoltato nei prossimi giorni.

L’INTERROGATORIO – Diversa la situazione dell’Avvocato Camillo Mezzocapo, anche lui arrestato dai Carabinieri sempre nell’ambito dell’indagine ‘Congiunzione Astrale’. Mezzocampo è stato accusato di procacciare tangenti in cambio di aiuti da parte del politico del M5s, si è però difeso affermando di non aver percepito “nessuna tangente, ma solo compensi per attività professionali, curavo transazioni e attività che si svolgono di norma nella pubblica amministrazione”. E ancora: “Ho svolto solo attività professionali che nulla avevano a che fare con il ruolo politico di De Vito”.

Red