Home Notizie Cronaca Roma

Roma Memoria: ancora striscioni negazionisti

SHARE
carabinierirepertorio

I. Marino: “Vergognosa e vile provocazione”

IL GESTO – Come ogni anno in questa data si ripetono i gesti sconsiderati in oltraggio alla Giornata della Memoria. “Olocausto menzogna storica, Hitler per 1000 anni”, è questo il testo di uno striscione a firma Militia affisso oggi su una ringhiera del parco Yitzhak Rabin in via Panama e rimosso dai carabinieri della compagnia Parioli. Al momento gli uomini dell’Arma stanno indagando, analizzando le immagini registrate dalle telecamere della zona per individuare i responsabili.

LA CONDANNA – Il Sindaco Marino ha condannato quanto accaduto, parlando di ‘vergognosa e vile provocazione’: “Esprimo la mia più ferma condanna contro lo striscione negazionista apparso nel parco Rabin oggi. Nel ’70esimo anniversario dalla liberazione dei campi di sterminio, il sedicente gruppo a firma Militia ha tentato di sfregiare il ricordo dell’Olocausto e della deportazione degli ebrei, ancora vivi nel cuore della nostra città – seguita il Sindaco – Questa amministrazione, ed io con lei, siamo in questo momento accanto alla Comunità Ebraica alla quale porgiamo la nostra solidarietà e quella di tutti i romani. Nella nostra città non c’è posto per provocazioni ignominiose, antistoriche e di bassa ignoranza”.

IL MUSEO DELLA SHOAH – Intanto nella giornata di ieri il Sindaco ha consegnato simbolicamente alla Fondazione Museo della Shoah le chiavi della Casina dei Vallati, a largo 16 ottobre 1943, nel Portico d’Ottavia, cuore del ghetto ebraico della Capitale. Questo in attesa che si possa finalmente realizzare l’atteso Museo a Villa Torlonia: “Mi auguro – ha detto Marino – che entro il 2015 possa esserci la posa della prima pietra. Oggi è un giorno molto importante perché vogliamo accelerare un percorso di riconoscimento e mantenimento della memoria”.

LM