Home Notizie Cronaca Roma

Roma: Questi i primi compiti della nuova Sindaca

SHARE
R600x virginia raggi m5s

Passaggi, tempi e scadenze per le prime settimane di Virginia Raggi in Campidoglio

ROMA – La tornata elettorale si è conclusa con il ballottaggio che ha incoronato Virginia Raggi come vincitrice indiscussa. Sui Social Network, già dalla mattinata di ieri, in molti postavano fotografie di buche o di immondizia nelle strade commentando, ‘ironicamente’, “Allora? Ancora niente?”. Ma prima ancora di iniziare a sporcarsi le mani con i problemi storici della Capitale, per la nuova Sindaca 5 Stelle ci sono degli step amministrativi imprescindibili. 

In primis l’insediamento, con l’entrata effettiva in carica che coincide con la proclamazione da parte dell’ufficio elettorale centrale. Dopo questo primo momento, entro tre giorni, devono essere pubblicati i risultati ufficiali della tornata elettorale e la Sindaca avrà il compito di notificarli a tutti gli eletti.

Da quel momento parte il conto di dieci giorni per la convocazione della prima seduta del Consiglio Comunale, da fissare, inderogabilmente, entro i successivi 10 giorni. In questi massimo 20 giorni, prima ancora della seduta in Aula Giulio Cesare, dovranno essere chiari i nomi scelti dalla Raggi per la sua squadra di governo: tutti i suoi assessori e, tra questi, il vice sindaco. I nomi dovranno essere resi noti nella prima seduta del Consiglio Comunale, stesso momento in cui la nuova Sindaca presterà giuramento di rispetto e osservanza della Costituzione Italiana.

Per quanto riguarda le linee programmatiche dell’Amministrazione 5 Stelle si dovrà attendere un po’ di più, fino ad un massimo di 45 giorni dalla data delle elezioni. In quel momento, sempre in Aula Giulio Cesare, la Sindaca Raggi presenterà le linee guida per i cinque anni di mandato. Sempre entro 45 giorni, dall’insediamento questa volta, si dovrà procedere con la nomina dei rappresentati del comune presso gli enti, le aziende partecipate e le Istituzioni. In questo caso Virginia Raggi potrà decidere di revocare le nomine, puntando su nuove personalità, oppure confermare lo staff attuale.

Devono invece passare almeno 60 giorni dall’insediamento, ma non più di 120, per revocare il mandato del Segretario Comunale. Nel caso in cui questo procedimento non avesse luogo, si considererà rinnovato il mandato attuale. Oltre a questo ruolo sono circa un centinaio le cariche che la nuova Sindaca dovrà decidere. Anche in questo caso potrà confermare l’esistente, rinnovare o addirittura rimodulare. Si parla delle nomine dei responsabili degli uffici e dei servizi del Campidoglio, gli incarichi dirigenziali o di collaborazione esterna.

Ultimo step, quello che sembra essere il più atteso da parte dello Movimento, è quello della Verifica straordinaria di cassa. Questo passaggio viene normalmente effettuato alla presenza dell’Amministrazione uscente, in questo caso sarà il Commissario Tronca a Presentare ai penta-stellati i conti della Capitale.

LeMa