Home Notizie Cronaca Roma

ROMA TREMA: LA CITTA’ SCOSSA DAL TERREMOTO

SHARE
normale_sm0vfq9wterremoto

La forte scossa di terremoto, 5.8 della scala Richter, che questa notte alle 3.32 ha colpito l’Abruzzo è stata chiaramente avvertita anche a Roma. Mentre a L’Aquila la violenta scossa ha causato gravi danni a persone ed edifici, a Roma non si sono registrati incidenti di questo tipo.

I quartieri più colpiti sono stati quelli della zona nord-orientale. L’epicentro della zona sismica è stato rilevato a 95km dalla capitale. A Roma inoltre è stata avvertita anche la seconda scossa sismica avvenuta alle ore 4.37. I più grandi ospedali romani sono già stati allertati per ospitare i feriti più gravi provenienti dall’Abruzzo. Le unità di crisi sono state già organizzate al Policlinico Gemelli ed all’Ospedale Pediatrico Bambin Gesù.

Anche il mondo della politica si mobilita: il sindaco di Roma Gianni Alemanno ha dato disposizione alla Protezione civile comunale e al Comando generale della Polizia municipale di predisporre tutto quanto possibile per prestare soccorso alla popolazione de L’Aquila colpita dal sisma questa notte. Sono state allestite due squadre. La prima, della protezione civile, è composta da 60 uomini dotati di escavatori e da altri mezzi per lo scavo. La seconda formata da uomini della polizia municipale verrà inviata in Abruzzo per coadiuvare i colleghi nelle operazioni di vigilanza alle strutture non agibili. Per dare il via alle operazioni si attende solamente il via libera dalla protezione civile regionale.

Allo stesso tempo il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, ha convocato per le prossime ore un vertice operativo presso il Dicastero di Porta Pia. Vi parteciperanno il Presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici,  il Responsabile della Struttura Tecnica di Missione, il Provveditore alle opere pubbliche dell’ Aquila, i vertici amministrativi,  il Direttore dell’Edilizia residenziale, nonché il Presidente  dell’Anas e l’amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato. Al centro della riunione i provvedimenti più urgenti per fronteggiare le conseguenze di questo gravissimo evento tellurico.

Queste le dichiarazioni del ministro Matteoli: “Sono in contatto da stanotte con la Presidenza del Consiglio e stiamo operando in modo sistematico con la Protezione civile. Fra le misure che intendiamo adottare c’è anche lo stanziamento di risorse per i primi interventi. Sul posto si trova il Provveditore alle Opere Pubbliche,  l’Ing. Giovanni Guglielmi, che con la sua struttura sta approntando gli interventi più urgenti”.

L’associazione Modavi (Movimento delle Associazioni di Volontariato Italiano) sta organizzando le squadre per la partenza per l’Abruzzo. La prima partirà oggi alle 16, l’altra domani mattina. Chi vuole partecipare può mettersi direttamente in contatto con l’associazione.

Inoltre Mediafriends, l’onlus di Mediaset, Medusa e Mondadori, ha aperto un conto corrente per chi volesse dare il proprio contributo per i terremotati dell’Abruzzo. Il conto corrente è intestato a Mediafriends, la causale è “emergenza terremoto Abruzzo”. Il beneficiario è Mediafriends, codice Iban: IT41 D030 6909 4006 1521 5320 387

Damiano Oliva

Urloweb.com