Home Notizie Cronaca Roma

Scade il 31 gennaio il bando del progetto “M’imprendo”

SHARE

È in scadenza il 31 gennaio il bando di partecipazione alla quarta edizione del progetto “M’imprendo, Sviluppo locale e occupazione”, promosso dal Dipartimento Attività Economico-Produttive, Formazione e Lavoro di Roma Capitale nell’ambito del Piano per lo Sviluppo Locale della Buona Occupazione. “M’imprendo” prevede un laboratorio di idee, rivolto a ragazzi degli Istituti statali di secondo grado e ai Centri di Formazione Professionale della città di Roma, con l’assegnazione di premi ai migliori progetti di utilizzo delle risorse del territorio a fini imprenditoriali. L’assessore capitolino al commercio e alle attività produttive, Davide Bordoni, ha dichiarato: “M’imprendo è nato dalla volontà dell’Amministrazione di collaborare con la Scuola, l’Università e il Terzo Settore per promuovere la conoscenza del territorio e stimolare i ragazzi a fare impresa. Il compito delle istituzioni, da questo punto di vista, è costruire una rete per la conoscenza e la promozione di metodologie e tecniche innovative a sostegno di idee altrettanto innovative. Mi auguro che le scuole che hanno ricevuto la circolare e il materiale informativo sul progetto sappiano stimolare i ragazzi a partecipare: M’imprendo è un’opportunità concreta che la città di Roma dà ai suoi giovani”. L’edizione 2010 prevede: un laboratorio di idee per l’assegnazione di premi ai migliori progetti di utilizzo delle risorse del territorio a fini imprenditoriali elaborati dai ragazzi iscritti nell’anno 2010 agli Istituti Secondari di secondo grado statali e paritari, comunemente chiamati Scuole Superiori, e ai Centri di Formazione Professionale della città di Roma. Il termine per la presentazione dei progetti è il 31 gennaio 2011. Percorsi formativi aperti ai docenti degli Istituti Secondari di secondo grado statali e paritari, dei Centri di Formazione Professionale della città di Roma e agli operatori dei servizi centrali e territoriali dell’Amministrazione Comunale con specifiche e diverse professionalità (dipartimenti, municipi, biblioteche, informagiovani, centri di orientamento al lavoro, ecc.) allo scopo di approfondire alcune tematiche e promuovere in rete la partecipazione dei giovani al laboratorio di idee.

Le modalità previste dal bando di partecipazione e dal formulario scaricabili dai siti www.comune.roma.it (Dipartimento attività Economico-Produttive, Formazione e Lavoro) e www.istisss.it

Arianna Adamo