Home Notizie Cronaca Roma

Scontri Roma: feriti, arresti e danni alla Barcaccia appena ristrutturata

SHARE
ansascontriromafeynoord

Marino: “La Capitale e i suoi cittadini non possono diventare ostaggio di teppisti”

GLI SCONTRI IN PIAZZA DI SPAGNA – A quanto si apprende da fonti d’agenzia sarebbero 9 i feriti lievi tra le Forze dell’Ordine e 3 tra i tifosi, negli scontri avvenuti oggi al centro di Roma con gli ultras del Feynoord. Delle vere e proprie scene di guerriglia urbana nel pomeriggio in Piazza di Spagna, ridotta un tappeto di rifiuti e di bottiglie rotte. Anche la fontana Barcaccia al centro della Piazza sotto la scalinata di Trinità dei Monti, sembrerebbe sia stata danneggiata

I DANNI ALLA BARCACCIA – Intanto dal Campidoglio hanno fatto sapere che “Una squadra composta da operatori del pronto intervento Lavori Pubblici e da personale della Protezione Civile di Roma Capitale si sta recando in Piazza di Spagna per svuotare la fontana della Barcaccia, ripulirla dai rifiuti e verificare, insieme ai tecnici della Sovrintendenza capitolina, l’entità dei danni al monumento causati dai tifosi del Feyenoord”. 

VIOLENZE E DISORDINI OPERA DI TEPPISTI – È il Sindaco Marino a prendere la parola per condannare quanto avvenuto questo pomeriggio: “Quanto sta accadendo in queste ore a Roma è vergognoso e intollerabile. La nostra Capitale, così preziosa e delicata, e i suoi cittadini non possono diventare ostaggio di teppisti che sono venuti a Roma con il pretesto di seguire la propria squadra del cuore e che, invece, si stanno macchiando di violenze e disordini. Oltre che di danneggiamenti a preziosi monumenti cittadini”.

ACCERTARE LE RESPONSABILITÀ – Il Sindaco torna anche sugli scontri avvenuti ieri in piazza Campo dei Fiori: “Semplicemente ingiustificabili, e intendo fare tutto ciò che è in mio potere per far sì che i responsabili ne rispondano appieno. Per questa ragione non soltanto ho protestato e chiesto spiegazioni a chi ha la responsabilità dell’ordine pubblico in questa città, consentendo che monumenti preziosi e recentemente restaurati come la Barcaccia, diventassero bersaglio di gesti violenti – seguita – Ma ho cercato di contattare il ministro degli Interni, e ho espresso all’ambasciata olandese il mio più duro disappunto per quanto accaduto, soprattutto per il modo in cui è stato gestito l’arrivo in città di migliaia di tifosi tra cui, evidentemente, molti violenti”.

TIFOSI ATTESI DA TRE MESI – Condanne anche dal Pd capitolino, con il Consigliere Marco Palumbo che si chiede come sia stato possibile permettere queste violenze: “Da tre mesi è noto che sarebbero arrivati a Roma alcune centinaia di hooligans al seguito del Feyernoord. I responsabili ordine pubblico e in primo luogo la Prefettura erano avvertiti. Come è stato possibile che frange di tifosi olandesi tra cui molti elementi neo-nazisti per ore sono stati lasciati indisturbati a deturpare la nostra città? Il Prefetto spieghi cosa è successo nel dispositivo di prevenzione e sicurezza pubblica della città che in questa occasione ha registrato una falla inammissibile”.

LE CHIUSURE AL TRAFFICO – Intanto dalle ore 16 di oggi è stato interdetto il traffico veicolare nella zona a ridosso dello Stadio Olimpico, dove questa sera alle ore 19 si svolgerà l’incontro di calcio di Europa League Roma-Feyenoord. Il provvedimento è stato disposto dalla Questura e prevede la completa chiusura al traffico veicolare del tratto stradale compreso tra Largo Maresciallo Giardino fino a Piazza di Ponte Milvio compresa, non saranno quindi percorribili Lungotevere Maresciallo Diaz, Lungotevere Cadorna, il ponte Duca D’Aosta e le rampe di accesso dalla Tangenziale Est a Largo Antonino S. Giuliano/Farnesina.

LM

(Foto ANSA)