Home Notizie Cronaca Roma

Sindacati: Eletto il nuovo direttivo della DIRCOM

SHARE
campidogliocomune

Rinnovati i vertici del sindacato dei Dirigenti Capitolini

È stato eletto il nuovo direttivo della DIRCOM, storica organizzazione sindacale dei Dirigenti capitolini apartitica ed apolitica facente parte della Federazione Direl. 

Sette i componenti del nuovo esecutivo: tra questi due donne (Angela Criaco e Silvana Sari), il Presidente uscente (Filippo Giordani), il vice comandante della Polizia Locale (Diego Porta), un dirigente da poco in pensione (Goffredo Camilli) e due Avvocati (Rodolfo Murra ed Enrico Maggiore).

L’attività che il rinnovato direttivo della DIRCOM è chiamata a svolgere sarà quella di garantire tutela e dignità ad una classe dirigente che, anche dalla uscente gestione commissariale, è stata inopinatamente considerata in gran parte incapace se non generalmente corrotta. Il Sindaco che sarà eletto alle prossime elezioni, dovrà avere la consapevolezza che la rinascita della città, la garanzia dei basilari servizi per la cittadinanza ed il ritorno alla normalità della macchina amministrativa non può essere raggiunto senza il rispetto ed il coinvolgimento della dirigenza.

Le istanze dei dirigenti capitolini non si basano solo su richieste di tipo economico, ma si fondano sostanzialmente sulla rivendicazione del necessario ed insostituibile ruolo di conduzione manageriale della macchina comunale, scevra da esasperazioni o da sterile conflittualità di natura politica, nella consapevolezza che senza l’apporto collaborativo e fattivo della dirigenza stessa qualsiasi programma amministrativo è destinato a rimanere infecondo. La prima battaglia che la DIRCOM è intenzionata a condurre è quella contro la recentissima e contestata modifica della macrostruttura approvata in extremis dalla gestione commissariale (a meno di un mese dalla consultazione elettorale) mentre, a seguire, si porrà l’attenzione sugli ulteriori trasferimenti indiscriminati e privi di qualsiasi motivazione nonché su eventuali conferimenti di incarichi dirigenziali a personale esterno all’Amministrazione.