Home Rubriche Go Green

Spiaggia sul Tevere: rimandata l’inaugurazione a causa del maltempo

Le opposizioni lamentano la mancata gestione del vicino parco fluviale di Magliana

SHARE

MARCONI – L’inaugurazione di Tiber, la spiaggia lungo il Tevere in prossimità di Ponte Marconi, è stata rinviata a data da destinarsi. I motivi sarebbero da ricercarsi nelle condizioni meteo avverse previste per questo pomeriggio, ma le polemiche in merito a questo intervento non sono mancate. In primis i consiglieri del Pd in Municipio XI hanno sottolineato come a poca distanza da questo nuovo lido fluviale, sia già presente un grande parco di circa due ettari strappato in passato al degrado ma che oggi risulta praticamente abbandonato.

LE CRITICHE AL PROGETTO – Le critiche al progetto di Tiber non partono dalla trasparenza nei confronti dei lavori: “Di questo intervento non si conoscono le procedure di gara utilizzate, le modalità di gestione e soprattutto se e quando davvero si realizzerà – hanno comunicato in una nota il segretario del Pd Municipio XI, Gianluca Lanzi, la responsabile del Pd Marconi, Maria Teresa Di Sarcina, e del Pd Magliana, Daniela Gentili – Ad oggi si vedono solo alcune piante finte, un po’ di brecciolino, sabbia ed un enorme cantiere con camion e ruspe ancora all’opera”.

IL PARCO DEL TEVERE – L’occasione viene immediatamente colta per riaccendere l’attenzione sul Parco del Tevere alla Magliana, due ettari di area verde a ridosso della riva del Tevere che al momento versa in condizioni difficili: “Nel 2014 è stato inaugurato il Parco fluviale strappato al degrado ed alle occupazioni abusive, realizzato con il contributo della Regione Lazio – seguitano gli esponenti democratici – Uno spazio che rappresentava un “unicum” a Roma, dotato di giochi per bambini, attrezzature per attività sportive, pista per MTB, giochi d’acqua ed una piccola spiaggia, con chiosco”. Negli anni quella che era stata soprannominata ‘Magliana beach’ ha ospitato eventi e concerti, con esperimenti di co-gestione che hanno permesso il mantenimento dell’area anche durante i mesi invernali. “La Sindaca – seguitano dal Pd – poteva ricordarsi che a poche centinaia di metri da Ponte Marconi, già esisteva un parco del genere. Peccato che dal suo insediamento questo parco, grazie alla volontà distruttiva del Municipio XI, è stato lasciato completamente abbandonato, lasciato alla mercè di nuovi vandali e nuove occupazioni, degrado e incuria. Invece di sprecare fondi pubblici per malsane idee – concludono Lanzi, Di Sarcina e Gentili – forse si potevano impiegare per valorizzare quel che già esisteva. Ne avrebbe beneficiato la Città e forse anche la sua immagine”.

LeMa