Home Notizie Cronaca Roma

Toaff: dopo l’omaggio la vergogna

SHARE
rimmossescrittetoaff

Nella notte appaiono le scritte antisemite

LE SCRITTE – Sono apparse nella notte in via del Colosseo, via Celimontana e via Gallia le scritte antisemite contro la figura del Rabbino emerito della comunità Romana Elio Toaff, scomparso il 19 aprile all’età di 99 anni. Le scritte, firmate Militia, sono state immediatamente rimosse dall’intervento dei Pics della Polizia Locale di Roma Capitale. “Certo che quelli di Militia hanno una nocciolina al posto del cervello”, ha commentato attraverso Twitter il portavoce della comunità ebraica di Roma, Fabio Perugia.

LA CONDANNA – Indignazione anche dal Sindaco di Roma che, dopo aver imposto le bandiere a mezz’asta ed un minuto di silenzio negli istituti scolastici, ha scritto in una nota: “Scritte vergognose e vigliacche. Ho chiesto che fossero subito rimosse e ora sono scomparse dai muri della città. Chi oggi insulta e irride la memoria di Elio Toaf è lontano dai sentimenti della città. La Capitale gli ha reso omaggio per il suo coraggio, per la sua capacità di costruire dialogo interreligioso, di rafforzare il senso civico di Roma”. Mentre dalla Regione Lazio è il Presidente Zingaretti a prendere la parola: “In alcuni casi quello a cui bisogna ricorrere è la psichiatria perché ci troviamo di fronte a dei malati di mente che credo non vadano considerati e ai quali non va data alcuna dignità di commento politico, tanto infami e stupide sono queste scritte”.