Home Municipi Municipio IX

Tor di Valle: Pallotta potrebbe realizzare lo Stadio da solo

Nelle prossime settimane potrebbero aprirsi nuovi scenari sul futuro dello Stadio della Roma

SHARE
STADIO ROMA 141

ROMA – La notizia circola già da qualche giorno. L’idea che il Presidente Pallotta possa decidere di superare l’impasse sullo Stadio della Roma procedendo per conto suo, non è nemmeno così incredibile, soprattutto visti i ritardi che il progetto sta subendo. La possibilità paventata da alcuni quotidiani (tra questi il Messaggero) è che il manager statunitense possa proseguire in questa avventura senza soci, comperando il progetto dalla Eurnova di Parnasi.

L’AFFARE STADIO – Perchè questa operazione si concretizzi andranno però risolti alcuni problemi. Da un lato il superamento dei controlli disposti dal Campidoglio sull’intero iter del progetto, mentre dall’altro il patron della società giallorossa dovrà essere certo di ottenere la variante urbanistica necessaria a procedere con la realizzazione dello Stadio. Quest’ultima sarebbe già dovuta arrivare nel mese di luglio così, stando a quanto riportato dal Messaggero, Pallotta vorrebbe inserire nel contratto con Eurnova una clausola secondo la quale l’affare si concluderebbe soltanto a variante urbanistica ottenuta.

I CONTROLLI DEL CAMPIDOGLIO – Naturalmente la variante urbanistica potrà essere votata in Campidoglio (e vedremo quali saranno i numeri) soltanto qualora tutti gli accertamenti disposti dall’Amministrazione Raggi andranno a buon fine. La sindaca Raggi ha già fatto sapere che, se non ci saranno ‘disastri’ si potrà procedere con il progetto. Nonostante questo ad impensierire chi lo stadio lo vuole realizzare, è il gruppo dei consiglieri contrari, presenti anche all’interno delle fila del M5s.

LA VENDITA – Proprio sui contrari e sul loro rafforzamento potrebbe incidere il possibile ‘guadagno’ che l’imprenditore Luca Parnasi potrebbe ottenere dalla vendita del progetto. Un ‘plusvalore’ di cui parla il Messaggero, con un accordo che “potrebbe chiudersi intorno ai 100 milioni di euro per tutto il progetto (e la Eurnova nel 2012 ha comprato i terreni a 42 milioni, senza pagare per intero)”.

Red