Home Notizie Cronaca Roma

TORNA IL CARNEVALE ROMANO, IL PIÙ ANTICO DEL MONDO

SHARE
Il Comune di Roma – Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione – promuove quest’anno “Carnevale Roma 09”, rilanciando per la prima volta nella Capitale il tradizionale Carnevale romano, scomparso ormai da un secolo – ma che fu celebre, e celebrato, in tutta Europa – . Alla realizzazione contribuiscono Uniposta, Federalberghi, la Federazione Italiana Sport Equestri e l’Associazione Dimore Storiche Italiane.

 

Dal 19 al 24 febbraio 2009 Roma vivrà una settimana vorticosa, con un cartellone ricco di appuntamenti – circa 30 – ispirati alla tradizione (i cavalli in via del Corso e in piazza Navona, i fuochi d’artificio barocchi, gli spettacoli di teatro itineranti, i “moccoletti” negli spettacoli della Commedia dell’Arte, le sfilate di carri allegorici) ma rivisitati in chiave moderna, in un’ottica contemporanea.

Il Carnevale romano, colossale festa pubblica popolare (una “gioia pazza e travolgente”, scriveva Goethe affascinato dai festeggiamenti) della durata di otto giorni, divenne presto uno degli appuntamenti più attesi dell’anno, richiamando visitatori italiani e stranieri: basti pensare che, durante il Rinascimento, il Carnevale Romano arrivò a superare in fama persino quello celeberrimo di Venezia.

Il primo luogo dei festeggiamenti del Carnevale Romano fu piazza Navona; poi, verso la metà del ‘400, Papa Paolo II, veneziano, li concentrò (forse in cerca di sintonie toponomastiche) a Palazzo Venezia in piazza Venezia; e come teatro delle feste carnevalesche fu scelta l’adiacente via del Corso.

In queste stesse strade e piazze si concentreranno alcuni dei momenti clou del Carnevale di Roma edizione 2009, sebbene molti Municipi della città (I, II, V, VIII, IX, XIX e XX) abbiano aderito e partecipino con proposte in centro e periferia. Per la prima volta il Comune di Roma ha raccolto in modo sistematico e diffuso, sotto il marchio “Carnevale Roma 09”, i principali eventi che si realizzano sul territorio nel periodo di Carnevale, dando vita ad una serie coordinata e unitaria di appuntamenti: qui di seguito ne segnaliamo alcuni, rimandando alla lettura del programma per il calendario particolareggiato.

Sarà un coloratissimo ballo in maschera per i bambini a dare il via ai festeggiamenti di “Carnevale Roma 09” in una delle piazze più belle della Capitale, piazza Navona, dalle 15 di giovedì 19 febbraio. Artisti di strada, animatori e presentatori coinvolgeranno il pubblico dei più piccoli con giochi, balli, piccoli spettacoli, animazioni interattive sul tema del Carnevale e dei suoi riti. Saranno premiati alcuni bambini tra quelli intervenuti in maschera alla manifestazione. Musica e risate assicurati per un pomeriggio all’insegna del gioco, dell’allegria e degli scherzi.

La festa continua venerdì 20 febbraio, a partire dalle 18, con il Carnevale sul ghiaccio al Parco di Tor di Quinto, che si ripeterà sabato 21 febbraio negli stessi orari, mentre martedì 24 febbraio, sempre al Parco di Tor di Quinto si concludono i festeggiamenti con il “Veglionissimo di Carnevale”.

Sabato 21 febbraio, dalla mattina fino alla mezzanotte, il Carnevale romano esplode con un’altissima concentrazione di appuntamenti: da “Carnavalia”, variopinto corteo in maschera tra Villa Lazzaroni e Villa Lais, alle feste organizzate in collaborazione con le scuole e ai laboratori di costruzione di maschere, con distribuzione di giochi e dolci in molte piazze del centro (piazza San Salvatore in Lauro, Giardino degli Aranci, piazza San Cosimato e piazza Farnese); dalla festa in maschera sul ghiaccio all’Auditorium, all’apertura straordinaria dei cortili delle dimore storiche di Palazzo Massimo alle Colonne – in corso Vittorio Emanuele II, 141 – e di Palazzo Sforza Cesarini – al civico 282 dello stesso corso Vittorio –: luoghi generalmente chiusi al pubblico, resi ancora più affascinanti dalle animazioni carnevalesche e dagli artisti che illustreranno ai visitatori le bellezze e la storia dei palazzi. E ancora, feste ed eventi nei quartieri e nei parchi.

I festeggiamenti continuano numerosi anche domenica 22 febbraio, per tutta la giornata fino a tarda sera: dalle 10 alle 13 e dalle 18,30 alle ore 22 torna in piazza Navona il Carro della Commedia dell’Arte, già andato in scena sabato, mentre parte alle 11 da via delle Terme di Traiano (ingresso parco del Colle Oppio) “I colori di Re Carnevale”, il corteo con carri allegorici e figuranti, coreografie, animatori, saltimbanchi, trampolieri, mangiafuoco e artisti di strada.

E ancora: dalle 15 lungo via Tiburtina, tra via Cave di Pietralata e via di Casal Bruciato, si snoda il “Gran Carnevale Romano in Quinta”, a cura del Municipio V, che ospita anche iniziative autoctone e di quartiere come il “Carnevale delle Contrade” della Parrocchia di Sant’Atanasio e il “Carnevale Tiburtino” della cooperativa “La Cacciarella”.

I festeggiamenti di domenica 22 febbraio riservano alla città alcune grandi sorprese. Infatti,
se nella tradizione del Carnevale Romano l’evento più atteso era la corsa dei cavalli berberi – che durò invariata fino al 1882 e che si svolgeva poco prima del tramonto, per tutti gli otto giorni di festa – per “Carnevale Roma 09” in piazza del Popolo è di scena “Tornano i cavalli al Corso”, una sfilata con grande spettacolo di arte equestre, organizzato in collaborazione con la FISE (Federazione Italiana Sport Equestre).

Il pubblico potrà divertirsi ad assistere ad una partita dimostrativa di “horseball”, appassionante gioco a cavallo con regole simili a quelle della pallacanestro, che sta prendendo piede tra i giovanissimi. La sfida ha il sapore di un vero e proprio derby: non a caso in campo si batteranno le squadre di Roma e Lazio.

Piazza del Popolo, alle 18,30, sarà lo scenario per una grande manifestazione equestre e uno spettacolo indimenticabile. Una rievocazione storica che lega di nuovo insieme, dopo circa un secolo, la tradizione del Carnevale di Roma e il cavallo, che ne è stato per molti secoli l’indiscusso attore principale. Lo spettacolo racconterà, attraverso varie rappresentazioni artistiche, i più salienti aspetti del sodalizio millenario tra l’uomo e il cavallo. Un’esibizione che coniuga l’arte equestre, la storia condivisa del cavallo e dell’uomo e il tema attuale del benessere di questo grande amico dell’uomo. Uno spettacolo per sognare.

Dalle 20,30 si terrà sulla terrazza del Pincio un grande spettacolo pirotecnico di fuochi delfici, a cura dell’Associazione Culturale IX Invicta. Erano così chiamati i fuochi che allietavano le serate e le feste nei parchi e nelle ville di Roma. Luce al posto dei colpi, movimento in contrapposizione ai rumori.

La sera del 22 febbraio Roma vivrà l’esperienza di uno spettacolo in cui eleganza e raffinatezza rispecchiano i canoni pensati dal celebre architetto Virginio Vespignani (1808-1882), conosciuto per le sue opere romane, ma anche per aver ideato le famose feste d’intrattenimento chiamate “Campidoglio in Festa”.

Martedì 24 febbraio, per la conclusione di “Carnevale Roma 09”, altri 3 appuntamenti per tutti: a Castelverde, in via Massa San Giuliano, si replica la sfilata di carri allegorici e l’intrattenimento di artisti di strada.
Dalle 16 alle 18 ancora un pomeriggio a Castel Sant’Angelo con la “Festa di Carnevale sul ghiaccio”; alle 18 il Parco di Tor di Quinto offre a tutti l’ultima occasione del 2009 per sfoggiare maschere e costumi al “Veglionissimo di Carnevale”.

Per informazioni, chiamare il contact center cultura e spettacolo del Campidoglio (060608), tutti i giorni dalle 9 alle 22,30, oppure navigare sul sito www.060608.it. .