Home Rubriche City Tips

Tutti gli eventi del 2771° Natale di Roma

Il 21 aprile la sede principale dei festeggiamenti sarà via Petroselli che verrà pedonalizzata

SHARE
roma natale

NATALE DI ROMA – Per il Natale di Roma del 21 aprile prossimo si prepara una festa lunga l’intero fine settimana. Così Roma festeggia il suo 2771° compleanno, con un ricco calendario di eventi culturali, appuntamenti didattici, mostre e celebrazioni ufficiali. Il fine settimana del 21 e 22 aprile culminerà domenica con una festa all’aria aperta in cui tutti potranno passeggiare tra piazza della Bocca della Verità e via Petroselli, zona pedonalizzata per l’occasione, e assistere a spettacoli, concerti e teatro di strada. Sarà una festa diffusa che dalle 14.30 alle 20 trasformerà la strada in un grande teatro a cielo aperto. Percorrendo via Petroselli si potrà compiere un viaggio tra i mille volti di Roma, da quella antica di Plauto a quella immaginata da Shakespeare, da quella del Novecento – con omaggi a Sordi e Flaiano – a quella del Belli, fino alla Roma contemporanea, tra musiche popolari e giovani talenti musicali. “Il Natale di Roma si celebra da svariati anni, ma per parecchio tempo è stato un evento chiuso al suo interno – ha scritto la Sindaca Raggi – Invece la città deve partecipare. La nostra idea è una festa diffusa e di piazza. Per far questo ci ha aiutato il modello del Capodanno diffuso. Abbiamo provato a replicare in piccolo quell’esperimento. E abbiamo voluto costruire un contenitore nuovo di eventi che partano il 20 e durino fino al 22 aprile, giorno in cui si svolgeranno eventi culturali prevalentemente su via Petroselli pedonalizzata per l’occasione”.

GLI APPUNTAMENTI DI SABATO 21 APRILE – Sabato 21 è stata programmata l’esibizione delle Bande Musicali Militari in alcune piazze e vie della città e, alle ore 15, della Banda Musicale della città di Ginevra in piazza di Spagna. Inoltre, il Gruppo Storico Romano proporrà per tutto il week-end una serie di iniziative didattico – culturali e un corteo di 1.500 rievocatori storici provenienti da 13 nazioni diverse che si snoderà da Circo Massimo a via dei Fori Imperiali (domenica dalle 10.30 alle 13.30).

Tra le molte iniziative previste si segnala, inoltre, il consueto appuntamento con la maratona di lettura dei sonetti di Giuseppe Gioacchino Belli, La nascita de Roma (sabato 21 aprile dalle 16 alle 20 nella Sala della Protomoteca di Palazzo Senatorio in Campidoglio). I festeggiamenti per il Natale di Roma saranno anche l’occasione per celebrare i grandi romani del passato. Venerdì 20 aprile alle 10 in Passeggiata di Ripetta/piazza Augusto Imperatore sarà inaugurata la targa commemorativa dell’archeologo Antonio Nibby (Roma, 14 aprile 1792 – Roma 29 dicembre 1839), studioso della topografia di Roma e della Campagna Romana.

Sabato 21 in Municipio IV in programma visite guidate gratuite all’area archeologica Settecamini tra Via di Casal Bianco e Via Tiburtina (dalle 9 alle 14) e l’esibizione della Fanfara dei Carabinieri a cavallo in piazza Ambrosini, quartiere Torraccia (dalle 16 alle 18). Mentre in Municipio IX dalle 17 sono previste una serie di visite guidate gratuite alla scoperta dei tesori del Museo delle Civiltà con ingresso libero dalle ore 16.30. Mentre dalle 19.30 la Banda dell’Esercito Italiano si esibirà davanti al Palazzo della Civiltà Italiana eseguendo brani di Di Lacerenza, Orsomando, Vessella, Verdi e Creux.

Durante il compleanno di Roma saranno gratuiti per tutti i musei comunali e le mostre per la giornata di sabato 21 aprile (ad eccezione di “Magnum Manifesto” al Museo dell’Ara Pacis e “Canaletto 1697-1768” al Museo di Roma). Gratuita per tutti anche la serata inaugurale dei “Viaggi nell’Antica Roma” di Piero Angela e Paco Lanciano nel Foro di Cesare e Augusto.

Il Natale di Roma porterà anche la riapertura al pubblico del Roseto comunale, con le sue oltre mille varietà di rose botaniche, antiche e moderne provenienti da ogni parte del mondo (tutti i giorni dalle 8.30 alle 19.30 comprese domeniche e festivi fino al 17 giugno).

Per gli amanti del grande schermo, invece, appuntamento dalle 16 alla Casa del Cinema con la rassegna Fratelli, Coltelli, Gemelli a ingresso gratuito, realizzata in collaborazione Fondazione Cinema per Roma. Infine, alle 21, il Coro femminile del Teatro dell’Opera di Roma si esibirà in concerto al Teatro del Lido di Ostia.

GLI APPUNTAMENTI DOMENICA 22 APRILE – Le celebrazioni per il 2771° Natale di Roma proseguiranno domenica 22 aprile dalle 14.30 alle 20 con un pomeriggio di festa diffusa lungo via Petroselli. Dopo l’esibizione del Corpo della Polizia Locale di Roma Capitale, sui quattro palchi si alterneranno concerti e spettacoli realizzati in collaborazione con Teatro dell’Opera di Roma, Teatro di Roma e Fondazione Musica per Roma. La compagnia Materiaviva si esibirà lungo tutta l’area della festa con teatro di strada e animazioni.

Alle 14.30 il Foro Boario ospiterà EurHope. In cammino verso la cittadinanza planetaria, la fase conclusiva di progetto artistico dedicato al tema dell’ospitalità e della cittadinanza planetaria realizzato a partire dal 21 marzo nelle zone limitrofe alla Stazione Termini.

Il Teatro di Roma omaggia la città partendo dalle parole dei suoi sindaci, Argan, Nathan e Petroselli. Sui palchi si susseguiranno pillole di spettacolo che coinvolgeranno 15 attori romani tra quelli più noti al grande pubblico e giovani emergenti: Eleonora Danco, Lorenzo Lavia e Lucia Lavia con “I sindaci di Roma”; Lisa Ferlazzo Natoli e Fausto Cabra con una lezione-spettacolo sulle tragedie romane di William Shakespeare (“Shakespeare’s Rome”); gli attori del Teatro di Roma con una versione ridotta del “Miles Gloriosus” di Plauto e con “Alberto Sordi: il fidanzato”, una breve pièce ispirata a un’intervista di Oriana Fallaci a Sordi del 1962 e Francesca Ciocchetti con “Un marziano a Roma” per un tributo a Ennio Flaiano.

La Fondazione Musica per Roma presenterà una proposta artistica pensata per diverse tipologie di pubblico. Sui 4 palchi posizionati lungo via Petroselli si potrà ascoltare l’Orchestraccia, una formazione aperta che unisce musica e teatro in una innovativa forma di spettacolo con l’obiettivo di valorizzare canzoni e poesie italiane a partire dal folk degli autori romani tra Ottocento e Novecento.

Immancabile il progetto dedicato a “I canti e i balli della Campagna Romana e della città. Voci all’aria”, con un omaggio speciale alle favole di Trilussa e ad altri autori della Roma popolare. Oltre ad Ambrogio Sparagna e all’Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium Parco della Musica, in scena anche il Coro Popolare diretto da Anna Rita Colaianni e Organistrum, due piccoli ensemble acustici dai repertori variopinti di romanità.