Home Notizie Cronaca Roma

Via C. Colombo: è polemica sui nuovi limiti

Previsto per oggi il Flash Mob di Fi per protestare contro questa misura

SHARE

I PROVVEDIMENTI – Nel tratto di via Cristoforo Colombo che interessa i Municipi IX e X, dall’Eur fino ad Ostia, i nuovi limiti di velocità continuano a far discutere. Il motivo della riduzione è nello stato in cui versa l’arteria: fondo stradale dissestato e radici dei pini sporgenti, sono gli elementi che hanno portato alla richiesta da parte della Polizia Locale di ridurre la velocità, in attesa dei lavori di sistemazione. Il provvedimento, sulla carta dal 22 febbraio dopo le Determine di tre Gruppi di Polizia Municipale (VIII, IX e X), è stato attuato dopo che il SIMU (Dipartimento Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione Urbana) ha sostituito la cartellonistica con i nuovi limiti e i segnali di ‘strada deformata’.

I LIMITI – Si parte dall’altezza di via Cilicia, dove il limite è a 30Km/h fino all’incrocio con via Laurentina, per il tratto che interessa il Municipio VIII. Più in là è la Determina del IX Gruppo di Polizia Locale ad abbassare i limiti di velocità dal GRA fino all’incrocio con via di Malafede. Creando in questo caso il rallentamento di tutta la viabilità, in entrata e in uscita dal Raccordo. È poi un’ordinanza del comandante generale ad abbassare i limiti fino a Piazzale Cristoforo Colombo ad Ostia. Un provvedimento che oltre a toccare i pendolari inciderà sull’arteria durante la prossima stagione estiva.

GLI AUTOMOBILISTI – Non manca chi cerca di rispettare i limiti di velocità. Attraverso Facebook sono molte le esperienze raccontate e tutte hanno in comune le difficoltà a rispettare i 50 e i 30 Km/h, soprattutto nei tratti in discesa, con il rischio di venire tamponati da automobilisti meno ligi alle regole. Nell’attesa che la situazione abbia una svolta, sono partite alcune petizioni online per il ripristino dei vecchi limiti. “Il Comune – si legge nel testo di una petizione sottoscritta da più di 600 persone – non ha i fondi per la messa in sicurezza della strada, e cosa fa? Abbassa i limiti di velocità, provvedimento che contribuirà ad una maggiore congestione del traffico senza risolvere il problema”.

IL FLASH MOB – Intanto per la giornata di oggi è stato organizzato un Flash Mob di protesta promosso dal Consigliere Comunale di Fi, Davide Bordoni, e dai coordinatori dei tre Municipio interessati: Mariacristina Masi del X Municipio, Pietrangelo Massaro del IX Municipio e Paolo Barbato dell’VIII Municipio. L’incontro, il cui motto è “No ad una #Colomboallimite”, è previsto per le 17.30 sulla Colombo all’angolo con via Ermanno Wolf Ferrari. “I limiti a 30 km/h, nel tratto che va da viale di Porta Ardeatina all’Eur, e 50 km/h dallo svincolo Pontina verso Ostia, sono inaccettabili – ha dichiarato Davide Bordoni – La Cristoforo Colombo è un’arteria molto importante e queste limitazioni non fanno altro che creare dei disagi ai cittadini/pendolari che ogni giorno la percorrono. Sono stati messi gli autovelox, ma la segnaletica è posizionata malissimo. Come è possibile rispettare quei limiti di velocità che, oltretutto, cambiano ogni pochi chilometri? – seguita – Una maniera, escogitata dall’amministrazione a 5 Stelle, per fare cassa proprio in concomitanza con l’apertura della stagione balneare. La Colombo, se verranno mantenuti questi limiti, diventerà un’interminabile coda di macchine, creando solo disagi alla circolazione e ai cittadini. Una soluzione alternativa deve essere trovata. Noi non ci stiamo, e per questo motivo vogliamo protestare contro l’inerzia dell’amministrazione capitolina”.

LeMa