Home Notizie Cronaca Roma

Viadotto della Magliana: la fine dei lavori slitta ancora al 17 dicembre

Dall'assessorato si parla di ritardi e sanzioni alla ditta, ma ancora non sono chiari i termini di questi interventi e i motivi di tutti questi rinvii

SHARE
viadottomaglianarepertorio

VIADOTTO DELLA MAGLIANA – La vicenda dei lavori infiniti sul viadotto della Magliana sta orami assumendo dei contorni che sarebbe da definire comici, se non fosse per gli immensi disagi che ogni giorno vivono tantissimi automobilisti. L’ennesima data annunciata per il completamento dei lavori è stata superata. L’alba del 1 dicembre non ha visto la rimozione del cantiere, né lavoratori all’opera che facessero almeno presagire una conclusione agevole e veloce di questa annosa vicenda. Stessa situazione nelle notti precedenti, quando la chiusura annunciata aveva fatto presagire un tour de force finale in vista dello smantellamento del cantiere, che invece non c’è stato.

I TEMPI DEGLI INTERVENTI – Gli interventi di messa in sicurezza dei guard rail in direzione di Fiumicino sono partiti la scorsa estate (23 agosto), creando immediatamente forti disagi a causa del restringimento della strada ad una sola carreggiata. La prima data di conclusione prevista (15 settembre) è stata disattesa e naturalmente, con la riapertura delle scuole i disagi sono aumentati. Una nuova scadenza aveva allungato gli interventi di circa un mese e mezzo, con chiusura al 30 ottobre. In questo frangente sono cominciate le segnalazioni da parte dei cittadini, che lamentavano uno scarsissimo movimento all’interno del cantiere. Così i timori sono divenuti realtà. Anche il 30 ottobre è passato e un cartello sul cantiere dichiarava una nuova data: il 6 novembre. Naturalmente anche questo appuntamento è saltato e per dare la nuova scadenza è intervenuta l’assessora ai Lavori Pubblici Margherita Gatta il 5 novembre ai microfoni del TGR: “Si lavora alla messa in sicurezza del guard rail. Il termine è previsto per fine mese”. Con precisione il 29 novembre (quindi con una durata prevista per i lavori di 97 giorni, più del quadruplo rispetto alla prima previsione!).

ANCORA SLITTAMENTI – Il 16 novembre scorso è stata la stessa Assessora Gatta, attraverso il proprio profilo Facebook, ha spiegare la complessità degli interventi, facendo già presagire la possibilità di un ulteriore slittamento: “Sul Viadotto della Magliana proseguono a ritmo serrato i lavori di rinnovo dei guardrail con quelli in linea con quanto previsto dalla normativa vigente. I guardrail versavano in cattive condizioni e per rimettere in sicurezza la viabilità erano necessari dei lavori di manutenzione. Al momento sono già stati sostituiti i guardrail presenti nel tratto centrale, per i primi 200 metri, ed è stato demolito e rifatto il cordolo di bordo dell’impalcato. Questo genere di lavori richiede un certo tempo, e la conclusione è prevista per la fine di novembre, tempo meteo permettendo”. Ma un nuovo slittamento alla fine arriva, dal 29 novembre si passa all’alba dell’1 dicembre, ma anche in questo caso nulla di fatto.

L’INTERVISTA – Così di rimando in rimando, il 3 dicembre ai microfoni di Radio Roma Capitale l’assessora Gatta è tornata sulla vicenda, ammettendo (finalmente) i ritardi: “Dovendo mantenere una corsia aperta al traffico il cantiere si è ridotto. Un cantiere in linea che deve operare con accortezza, ci sono lavorazioni impegnative come la movimentazione dei new jersey in cemento che vengono svolte di notte. Adesso siamo in ritardo con quanto previsto. C’è da dire quando è brutto tempo non si può lavorare e gli operai sono pochi perchè con un cantiere in linea non si possono sovrapporrre le lavorazioni. Ci sono comunque stati ritardi, lo ammettiamo, soprattutto per la consegna degli ultimi new jersey. Il Dipartimento sta procedendo alla contestazione nei confronti dell’impresa per applicare le penali. I materiali devono essere ordinati e monitorati nel loro arrivo”. Purtroppo oltre alla novità delle penali, sulle quali ancora non ci sono comunque notizie certe in merito alla loro entità e al momento dal quale verranno calcolate, non sembrano esserci reali novità, oltre al fatto gravissimo che si sia ritardato nell’arrivo dei materiali necessari a completare i lavori. In questo caso l’assessora Gatta a dichiarato semplicemente che “non appena i newjersey arriveranno si procederà immediatamente al montaggio, che verrà effettuato di notte”.

LA NUOVA SCADENZA – Soltanto oggi, dopo 4 giorni dall’ultima scadenza annunciata per i lavori, arriva una nuova, ennesima data. La notizia arriva attraverso il sito Luce Verde che parla delle ore 24,00 del prossimo 17 dicembre (116 giorni, il quintuplo rispetto alla prima previsione). Ancora 2 settimane (speriamo) di disagi per gli automobilisti che quotidianamente perdono decine e decine di minuti incolonnati nel traffico per un cantiere che sarebbe dovuto essere smantellato già il 15 settembre!

Red


Warning: A non-numeric value encountered in /home/www/urloweb.com/wp-content/themes/Newsmag/includes/wp_booster/td_block.php on line 353