Home Notizie Cronaca Roma

Viaggi della memoria: gli studenti romani a Berlino

SHARE

Berlino – Dopo il Viaggio nella Memoria ad  Auschwitz-Birkenau, che si è svolto lo scorso ottobre, è cominciato oggi il viaggio educativo-didattico che vede per la prima volta gli studenti di 20 scuole superiori di Roma fare visita alla città di Berlino, e che va ad ampliare  il progetto complessivo dei percorsi della Memoria promosso dall’Assessorato alle Politiche Educative Scolastiche del Comune di Roma.
«Gli avvenimenti del ‘900 e soprattutto la costruzione del Muro hanno lasciato nella capitale tedesca evidenti segni» ha detto l’assessore alle Politiche Educative Scolastiche, Laura Marsilio salutando gli studenti durante la prima tappa del viaggio davanti alla monumentale Porta di Brandeburgo, situata esattamente dove il muro divideva a partire dal 1961 Berlino ovest da Berlino est.
«Questa visita ci tocca tutti nel profondo – ha spiegato Marsilio – una cosa è infatti studiare la storia sui libri, altra ascoltare le testimonianze di chi ha vissuto l’esperienza di quella drammatica separazione che ha provocato morti  e sofferenze per chi tentava di fuggire verso la  ricerca della libertà».
L’assessore Laura Marsilio, assieme al Delegato alla Memoria, Claudio Procaccia, accompagnati dal consulente scientifico del Progetto della Memoria, Marcello Pezzetti, hanno poi visitato con gli studenti la “Cappella della Riconciliazione” costruita dopo la riunificazione, dove negli anni del muro  sorgeva una chiesa gotica, in quella che era la “terra di nessuno” o “striscia della morte”.
Il pastore evangelico ha accolto gli studenti con queste parole: «Se venti anni fa fossimo stati qua ci avrebbero ucciso». La Cappella custodisce anche il libro delle vittime del muro di Berlino, con 186 nomi.
La delegazione ha poi deposto una corona davanti al Memoriale del Muro per ricordare le persone uccise dalla polizia di frontiera mentre tentavano di oltrepassare il muro per recarsi nella parte ovest di Berlino.
La giornata si è conclusa con una visita alla città sotterranea e ai bunker antiatomici.