Home Notizie Cronaca Roma

Zingaretti su creazione dell’Area Metropolitana per Roma

SHARE

Il Presidente commenta l’accordo tra Comune di Milano e Provincia sulla città metropolitana: “Roma rallenta”. La risposta di Gramazio: “Stiamo seguendo le procedure previste dalla legge”

“La svolta a Milano con l’accordo oggi tra il presidente della Provincia Podestà e il sindaco Pisapia sulla città metropolitana è un fatto molto importante. Milano guarda al futuro e si dà una visione nuova per lo sviluppo, vedendo nell’integrazione tra città e area vasta il pilastro per costruire una nuova economia”. Così il Presidente della Provincia di Roma, che già da tempo ha depositato un progetto per la costituzione dell’area metropolitana della capitale (il progetto è scaricabile dal sito della Provincia). Zingaretti ha poi aggiunto: “Sono anni che lo ripetiamo in tutti i modi: nel mondo competono sistemi urbani complessi e non più semplici città. Rimane il rammarico per il fatto che qui a Roma queste teorie all’avanguardia sono sempre state viste con un pregiudizio ideologico che rallenta tutto e colloca oggi Milano all’avanguardia sulla crescita e sullo sviluppo”. Alla costatazione di Zingaretti dal Comune ha risposto Luca Gramazio, capogruppo Pdl, in Campidoglio, che ha dichiarato: “Roma Capitale già esiste e in base ad una legge dello Stato viene stabilito che è compito della Regione, d’accordo con Roma Capitale, di individuare le varie competenze e poteri. E’ evidente che ci sarà il processo partecipato ma a partire da una proposta iniziale”. Una proposta iniziale, dice Gramazio, che dovrà essere stesa dalla Giunta e poi presentata al Consiglio, aggiungendo: “La stessa legge per Roma Capitale prevede che se entro il termine della delega ciò non verrà fatto, sarà il Governo a prendere le conseguenti decisioni proprio in osservanza del dettato della legge. Per quanto riguarda l’area metropolitana di Milano, bene hanno fatto il Sindaco e il presidente della Provincia se hanno trovato una proposta comune da cui partire,  ma ricordiamo che Roma si estende su una superficie di 1.285 km quadri (quanto circa la città di Milano e Provincia), ed è già di per sè area vasta”.
Il problema maggiore a cui si fa riferimento sarebbe quindi l’estensione della capitale, le variabili in gioco per la costituzione reale di un’area metropolitana sono però molteplici, a partire dalla rete di trasporto locale, le specificità del mercato del lavoro e delle densità abitativa, nonché la concentrazione dei flussi in ingresso e uscita da alcuni punti nevralgici della città. Nel resto d’Europa questi problemi sono già stati superati da molto tempo.

Stefano Cangiano