Home Notizie Città Metropolitana

Aperte al pubblico le Domus Romane di Palazzo Valentini

SHARE

Si possono ammirare mosaici, pareti decorate, pavimenti policromi e la ricostruzione virtuale della Roma imperiale.

Roma ha un’esposizione permanente in più: una nuova area archeologica che va ad arricchire il patrimonio storico e artistico della Capitale, l’area delle due Domus Romane che si trovano sotto Palazzo Valentini. Un progetto portato avanti in diversi anni da ricercatori, archeologi, storici dell’arte e architetti che ha restituito a Roma un antico pezzo della sua grandezza.
L’area museale, composta di mosaici, pareti decorate, pavimenti policromi e altri reperti appartenuti a potenti famiglie romane, è stata visitata il 15 ottobre in occasione della ricorrenza per il 140° anniversario dell’Amministrazione provinciale, dal presidente Nicola Zingaretti, e dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Gianni Letta.
“All’interno si realizza un incontro unico tra antichità e realtà virtuale, un museo che non ha eguali nel mondo”, ha commentato Zingaretti subito dopo la visita agli scavi.
Il percorso tra le Domus patrizie di età imperiale, infatti, è accompagnato da una ricostruzione virtuale affidata a filmati ed effetti grafici curati e spiegati da tecnici ed esperti del calibro di Piero Angela, Paco Lanciano e Gaetano Capasso. Anche Letta, uscito dalla visita entusiasta, ha commentato: “Si riesce da qui, alla luce del sole, senza parole. Roma ha tante meraviglie ma quello che ho visto oggi è qualcosa di magico, di fantastico. C’è tutta la magnificenza di Roma, la sapienza degli archeologi e la meraviglia delle tecnologie del digitale e dell’informatica che consentono una ricostruzione virtuale che ti fa capire e sentire come si viveva nell’epoca antica, respirare quell’aria, convivere con gli antichi romani i quali, forse viene da dire, erano meglio di quelli moderni vedendo ciò che erano capaci di fare senza le tecniche moderne”.
Grazie alle tecnologie sono stati ricostruiti gli ambienti caratteristici delle case patrizie romane: i peristili, le terme, i saloni, gli arredi nobiliari, le decorazioni e le pitture murarie. Al termine del viaggio, infine, il visitatore può ammirare un plastico che ricostruisce fedelmente l’intera area dove incide palazzo Valentini e le Domus romane. “Queste Domus – ha concluso Letta – rimarranno nella memoria e nel cuore di chi le vedrà. È un racconto meraviglioso che ti fa scoprire Roma: sembra di volare ed è un volo bellissimo”.
L’area museale delle Domus romane di Palazzo Valentini è aperta al pubblico tutti i giorni dalle 9,30 alle 17, eccetto il martedì, il 25 dicembre, il primo gennaio e il primo maggio.
Il costo del biglietto è di 6 euro, ridotto a 4 euro per i visitatori di età compresa tra 6 e 25 anni e over 65. Prezzo ridotto (sempre 4 euro) anche per i possessori della card di “Provinz”, la newsletter settimanale con informazioni sulle attività e gli eventi a Roma e provincia. È consigliata la prenotazione, il cui costo è di 1,50 euro a persona. Ingresso gratuito, invece, per i minori di sei anni e per i portatori di handicap con accompagnatore.

Per prenotazioni ed informazioni: tel. 06 32810. Possibile anche l’acquisto online dei biglietti collegandosi al sito della Provincia di Roma (www.provincia.roma.it).