Home Notizie Città Metropolitana

Approvato il Bilancio di previsione della Provincia nel segno dello sviluppo sostenibile

SHARE
zinga

Zingaretti: “Abbiamo trasformato in fatti i tanti punti sui quali avevamo preso impegni con gli elettori: 598 milioni di euro per promuovere la crescita economica del territorio”.

Una manovra finanziaria da 598 milioni di euro per promuovere la crescita economica del territorio nel segno della solidarietà, della coesione sociale e dello sviluppo sostenibile. Questi gli obiettivi del Bilancio di previsione approvato dal Consiglio provinciale di Roma con 28 voti favorevoli e 11 contrari, il 22 dicembre scorso.
Nel dettaglio, per il 2011 Palazzo Valentini prevede investimenti per infrastrutture, principalmente edilizia scolastica e viabilità, per quasi cento milioni di euro, e destina altri 460 milioni di euro per le spese correnti e 39 milioni di euro per il rimborso dei prestiti.
“La Provincia di Roma – ha spiegato il Presidente Nicola Zingaretti, presente in aula al momento della votazione – ha approvato questo bilancio difficile dando una grande prova di compattezza della sua maggioranza e con un confronto duro con l’opposizione ma rispettoso delle prerogative di questa istituzione. Sono contento, perché in un momento di crisi come quello che stiamo vivendo era importante che la Provincia facesse il suo lavoro approvando il bilancio di previsione con due obiettivi: orientare le risorse per lo sviluppo economico in modo da creare opportunità di lavoro visto che l’occupazione rimane il grande problema di questo Paese e dialogare con tutta quella parte di Italia che certo è cosciente della crisi e quindi chiede alle istituzioni di fare il proprio dovere. Noi oggi abbiamo dimostrato che la Provincia di Roma è in campo, vuole combattere per lo sviluppo e per ridare fiducia a questo paese”.
Tra i principali numeri della manovra finanziaria approvata da Palazzo Valentini, i 505,5 milioni di euro che la Giunta Zingaretti ha previsto per nuovi investimenti infrastrutturali per il periodo 2011-2013 e destinati principalmente agli interventi per l’edilizia scolastica, viabilità, ambiente ed agricoltura, sport, turismo e cultura. “Se qualcuno pensa che questo bilancio sia un libro dei sogni – ha spiegato Zingaretti rispondendo ad alcune critiche mosse dall’opposizione – è giusto che chi ha responsabilità di governo dimostri di saper mantenere e realizzare le promesse. Uno dei tanti aspetti positivi di questa Amministrazione è rappresentato proprio dal fatto che abbiamo trasformato in fatti i tanti punti sui quali avevamo preso impegni con gli elettori. Avevamo detto raccolta differenziata dei rifiuti e la stiamo facendo, c’eravamo impegnati per l’accesso gratuito ad internet attraverso lo sviluppo del wi-fi e siamo riusciti ad installare oltre 410 hot spot, stiamo portando avanti un forte programma di interventi per nuove strade di circa 140 milioni di euro. Risorse che siamo in grado di mobilitare grazie al rigore e alla serietà con la quale abbiamo gestito in questi anni il bilancio della Provincia di Roma”.
Quaranta, in particolare, le nuove opere per quanto riguarda la viabilità, i trasporti e la mobilità. Tra queste: la realizzazione del collegamento tra la Nomentana bis e la Centrale del Latte (5 milioni di euro), l’ampliamento dell’Ardeatina, con la realizzazione di 4 rotatorie e la messa in sicurezza fino al km 27 nei comuni di Roma, Pomezia, Ardea e Marino (11 milioni di euro), la realizzazione del collegamento tra Nettunense ed Ardeatina (7 milioni di euro). Ancora: il raddoppio a 4 corsie della Tiburtina nel tratto tra il Car e la località di Albuccione (15 milioni di euro), il nodo Squarciarelli tra i comuni di Frascati e Grottaferrata (4milioni di euro) e la nuova viabilità Monterotondo-Vallericca (4 milioni di euro). Sempre sul fronte della mobilità prosegue la realizzazione dei corridoi dedicati esclusivamente al passaggio dei mezzi pubblici come quello Roma-Fiumicino, finanziato dalla Provincia con 21 milioni di euro e quello della Laurentina, con altri 4,5 milioni di euro.
“L’Amministrazione provinciale – ha infine concluso il presidente Zingaretti – è forse uno dei pochissimi enti in Italia che paga le fatture dei fornitori a 60 giorni dall’arrivo delle fatture stesse in ragioneria e questo è un grande elemento di serietà che aiuta le imprese evitando loro di essere strangolate non solo da un credito che non c’è ma anche da poteri criminali che di fronte alle difficoltà degli imprenditori si fanno avanti”.
“A fronte di un calo delle entrate tributarie di 46 milioni nel triennio 2007-2010 – ha aggiunto l’Assessore provinciale al Bilancio, Antonio Rosati – non abbiamo tagliato nulla al welfare e abbiamo cercato di operare affinché i cittadini, soprattutto i giovani, non perdano ulteriori speranze nel futuro. Dobbiamo sapere – ha quindi concluso Rosati – che non ci sarà più la ricchezza di una volta, ma possiamo crescere in maniera più virtuosa”.