Home Notizie Città Metropolitana

La Provincia di Roma presenta la sua iniziativa contro il degrado e l’emarginazione

SHARE

Finanziato anche per il 2012, con due milioni di euro, il progetto “Prevenzione mille – Bando della fraternità”.


 

Due milioni di euro per almeno cento progetti con cui riqualificare luoghi di aggregazione in zone di degrado e prevenire e contrastare l’emarginazione. La Provincia di Roma ha finanziato anche per il 2012 “Prevenzione mille – Bando della fraternità”, aperto ad associazioni, comitati, pro loco, polisportive, onlus ed enti religiosi e in via di pubblicazione nei prossimi giorni.
L’iniziativa è stata presentata mercoledì 2 maggio a Palazzo Valentini dal Presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti e dall’Assessore alle Politiche sociali, Claudio Cecchini. Nella sede dell’Amministrazione provinciale, inoltre, sono state esposte le testimonianze di alcuni dei 97
vincitori della passata edizione.
“Siamo uno degli enti più virtuosi d’Italia – ha commentato Zingaretti – e per questo possiamo continuare ad investire nella solidarietà. Il tema della spesa pubblica è il problema italiano, ma questa non è tutta uguale ed è giusto render conto del valore delle opere che si fanno per la comunità”.
Il Presidente della Provincia di Roma ha parlato poi della “sfida culturale” rappresentata dalle “città più umane che vogliamo costruire: per noi la fraternità è un valore e un pilastro del modello di sviluppo. Vogliamo declinare una nuova idea di cittadinanza, perché uno dei modi per affrontare la crisi si ottiene ricostruendo i legami civili basati sul bene comune”.
“La graduatoria – ha aggiunto l’Assessore Cecchini – sarà pubblicata a luglio per i primi vincitori. Sarà una graduatoria aperta perché speriamo, nei prossimi mesi, di trovare con l’assestamento
ulteriori risorse”.
Per partecipare al bando si devono avere i seguenti requisiti: prevedere obiettivi legati al miglioramento della qualità della vita sociale e di relazione dei cittadini; mirare alla riqualificazione urbana di luoghi di aggregazione sociale, culturale e sportiva; incentivare l’occupazione offrendo nuove possibilità di lavoro e stimolando l’imprenditoria giovanile; valorizzare le risorse presenti sul territorio. Per ogni progetto ammesso al contributo l’importo massimo erogabile è di 20mila euro. Saranno ammissibili tutte le spese per la realizzazione del progetto, comprese quelle per l’acquisto di beni materiali, per ristrutturazioni e opere murarie.