Home Notizie Stadio della Roma

Nuovo Stadio della Roma: Audentes fortuna iuvat

SHARE
stadioromaplastico

Partono i 90 giorni, poi 120 per la Conferenza di Servizi in Regione

 

I 90 GIORNI – Sono partiti ieri i 90 giorni in cui gli uffici tecnici di Roma Capitale dovranno analizzare lo studio di fattibilità, verificando il pubblico interesse per la costruzione del nuovo Stadio della Roma. la consegna dello studio di fattibilità da parte della Società è avvenuto nella mattinata di ieri da parte di Mark Pannes, braccio destro del presidente Pallotta, che sulla copertina del progetto ha scritto: ‘Audentes fortuna iuvat’ (la fortuna aiuta gli audaci).

L’ITER – è stato ben spiegato dall’Assessore all’Urbanistica di Roma Capitale, Giovanni Caudo, ai microfoni di Teleradiostereo: “Abbiamo 90 giorni per concludere l’iter di questa fase, poi si passerà alla regione con la conferenza dei servizi che avrà 120 giorni per poter concludere l’iter. Abbiamo iniziato la prima fase di un percorso che non è lunghissimo, ma neanche troppo breve. I tempi sono questi – ha spiegato Caudo – c’è stato qualche ritardo nella consegna, che doveva avvenire ad aprile. Avevamo chiesto già a dicembre che il progetto fosse il più possibile complessivo di tutte le opere che non sono legate direttamente allo stadio. Il progetto consegnato comprende tutti questi aspetti, non solo sulla struttura dell’impianto”.

DA ROMA CAPITALE – l’interesse è quello di chiudere l’intero iter in tempi rapidi: “Abbiamo già nominato la commissione a livello comunale che si occuperà di fare tutta la procedura – ha continuato Caudo – I membri sono stati già nominati, ci sarà anche l’assessorato ai trasporti, allo sport, ai lavori pubblici. Abbiamo già fatto tutto nelle settimane scorse, siamo pronti a partire”. Positiva per l’Assessore anche l’interlocuzione con la società: “Abbiamo lavorato assieme, di concerto, soprattutto tra gennaio e marzo in cui abbiamo posto in evidenza alcune questioni legate al quadro delle infrastrutture e il tema legato all’accessibilità. Tutti possono comprendere questo aspetto perchè l’area dello stadio è particolare per via del Tevere. C’è bisogno di una serie di infrastrutture che colleghino l’area con l’altra sponda del Tevere – conclude – abbiamo sottoposto queste questioni”.

DALLA SOCIETÀ – “I documenti depositati comprendono anche gli accordi tra la Roma, la società TopCo di James Pallotta e la Eurnova di Luca Parnasi. Questo importante passo segna il via ufficiale all’iter amministrativo e burocratico per la realizzazione dell’opera – si legge nella nota dell’AS Roma – Il Comune ora avrà a disposizione 90 giorni per valutare il pubblico interesse della proposta e avviare le successive fasi di autorizzazione. Si ringrazia l’amministrazione comunale per la disponibilità manifestata a valutare il progetto, anche grazie a un’apposita cabina di regia coordinata dall’Assessore all’Urbanistica Giovanni Caudo e dal Sindaco Ignazio Marino”.

Leonardo Mancini

dossierroma