Home Notizie Stadio della Roma

Stadio della Roma: arriva l’ok dell’Anac sul progetto

I prossimi passi sono la Variante Urbanistica al PRG e il passaggio in Aula Giulio Cesare

SHARE

TOR DI VALLE – È la Sindaca Raggi, in diretta su Radio Radio, ad annunciare l’arrivo del parere dell’Anac sul progetto del Nuovo Stadio della Roma. “È uscito qualche giorno fa – ha detto la prima cittadina – attesta la fattibilità delle opere dando l’ok al nuovo progetto fatto insieme dal Campidoglio e dalla società Roma. Ora servono i tempi tecnici ma abbiamo avuto anche il bollino dell’Anac: penso che la Roma sia pronta ad iniziare quanto prima i lavori”.

IL PROGETTO – La Sindaca Raggi è sicuramente soddisfatta di aver ottenuto il benestare dell’Autorità Anticorruzione: “Lo Stadio della Roma secondo me è a buon punto. Abbiamo fatto tutte quello che dovevamo dal 24 febbraio, quando c’è stata la storica stretta di mano con l’As Roma per avviare questo nuovo progetto che è più ecosostenibile e green. E finalmente abbiamo l’ok dell’Anac – seguita Virginia Raggi – Le opere indicate nel nuovo progetto non appaiono compromesse, tanto è vero che viene ridotta l’area commerciale però parallelamente c’è un aumento delle aree a destinazione pubblica, un aumento delle aree delle aree verdi e un miglioramento delle viabilità su gomma e ferro. Sostanzialmente l’Anac ha dato ragione al nuovo progetto”.

IL MONITORAGGIO – Nel parere rilasciato al Campidoglio si annuncia anche l’avvio di un monitoraggio da parte dell’Anac che dovrebbe partire dalla seconda metà del 2018. L’attenzione dell’Autorità sarà riferita alle procedure di costruzione dell’impianto.

I PROSSIMI PASSI – Al momento l’iter per arrivare alla posa della prima pietra deve passare per la Variante al Piano Regolatore Generale, così come dalla risoluzione sulla vicenda del Ponte di Traino, la seconda via d’accesso all’area dello Stadio stralciata dal progetto dopo il restyling del febbraio 2017 ad opera dell’amministrazione penta-stellata. Il Comune dovrà pubblicare la variante proposta per il PRG, cittadini, comitati e associazioni avranno a disposizione 30 giorni di tempo per presentare le loro osservazioni. Il Campidoglio avrà il compito di rispondere e di portare progetto e variante in Aula Giulio Cesare per l’approvazione. Una volta completati questi passaggi l’intero incartamento arriverà in Regione Lazio, che avrà l’onere di deliberare l’autorizzazione definitiva all’intervento urbanistico.

LE ATTESE DELLA SOCIETÀ – Intanto nei giorni scorsi il patron della Roma Pallotta, non ha fatto mistero delle attese della società giallorossa nei confronti del nuovo impianto: “In 3 anni –riporta l’Ansa – speriamo di avere un nostro stadio, e questa è la chiave, perché non possiamo competere col Barcellona in nessun modo se faranno un miliardo di dollari di ricavi nei prossimi 2-3 anni, mentre noi abbiamo a che fare con 220-240 mln di euro”.

LeMa