Home Notizie Stadio della Roma

Stadio della Roma: nei prossimi giorni la decisione del Campidoglio

Beppe Grillo: “Noi diciamo di sì allo stadio, ma da qualche parte che non sia quella”

SHARE
plasticoStadio33

Il 3 marzo, giorno della possibile ripresa della Conferenza di Servizi in Regione, si avvicina. Ma la situazione del progetto di Tor di Valle sembra aver preso una piega totalmente diversa.

I RISCHI – È lo stesso leader dei penta-stellati a parlare del progetto davanti alle telecamere del Tg2 dopo l’incontro con i consiglieri capitolini: “Nessuno è contrario, se c’è una discussione è sulla collocazione, sulla zona… Lì c’è un rischio idrogeologico, dunque c’è una discussione su dove farlo”, aggiungendo poi che “decideranno giunta e sindaco. Nessuno dice di no. Noi diciamo di sì allo stadio, ma da qualche parte che non sia quella, perché c’è un rischio idrogeologico e se poi c’è un’esondazione…”

LE MOSSE DEL CAMPIDOGLIO – Intanto si aspetta ancora la presa di posizione definitiva della Sindaca e della Giunta che, secondo Grillo, dovrebbe arrivare in questi giorni. Da quanto si apprende il Campidoglio starebbe valutando l’idea di bloccare la delibera sulla pubblica utilità varata dall’amministrazione Marino. Proprio per questo sarebbe stato rinviato l’incontro tra i proponenti e l’Amministrazione programmato per ieri, mentre resta fissata la riunione di domani. Nei prossimi giorni quindi potrebbero arrivare delle certezze, con la Sindaca Raggi che sarebbe pronta ad inviare la comunicazione agli uffici di valutare i presupposti per proseguire con il progetto oppure annullare l’intero intervento.

DAI PROPONENTI – Intanto i proponenti del progetto non sono rimasti con le mani in mano. Dopo il video che mostra il degrado dell’area e delle strutture di Tor di Valle, le dichiarazioni vertono tutte sull’inconsistenza dell’ipotesi di delocalizzare il progetto: “Dopo 5 anni di lavori su un progetto in stato avanzato di approvazione nel rispetto di leggi, regolamenti e delibere, non è in alcun modo ipotizzabile un sito alternativo a Tor Di Valle”. I Proponenti hanno poi risposto ai rischi paventati da Grillo: “L’area è sicura dal punto di vista idrogeologico e anzi il progetto, con investimenti totalmente a carico dei privati, va a sanare il rischio idrogeologico presente nel quartiere limitrofo di Decima, ben al di fuori del sito dove verrà progettato lo Stadio e dove abitano oltre 10 mila romani”.

IL TWEET DI PALLOTTA – Il patron giallorosso, James Pallotta, nella serata di ieri è intervenuto nel dibattito con un tweet, che non sembra tanto volto ad abbassare i toni, quanto a mettere in evidenza quali potrebbero essere alcuni dei risultati dello stop al progetto: “Ci aspettiamo un esito decisamente positivo dall’incontro in programma venerdì – si legge nel tweet – In caso contrario, sarebbe una catastrofe per il futuro dell’As Roma, del calcio italiano, della città di Roma e francamente per i futuri investimenti in Italia”.

LeMa