Home Notizie Stadio della Roma

Stadio della Roma: per la Soprintendenza non c’è vincolo sull’Ippodromo

Nella giornata di ieri è stato sciolto il nodo sul vincolo per gli spalti dell’Ippodromo di Tor di Valle

SHARE

IL PARERE SUL VINCOLO – Nella giornata di ieri la Commissione per la tutela del patrimonio culturale del Lazio ha archiviato il procedimento sul vincolo per gli spalti dell’Ippodromo di Tor di Valle. Francesco Prosperetti, l’architetto alla guida della soprintendenza romana, ha quindi sciolto il nodo del vincolo che avrebbe potuto perlomeno rallentare l’iter per il nuovo intervento urbanistico.

PROFILI DI ILLEGITTIMITÀ – “La Commissione – spiega una nota del coordinatore Leonardo Nardella – ha deciso l’archiviazione del procedimento di vincolo, sulla base di profili di illegittimità rilevati in ordine sia allo strumento normativo prescelto per l’apposizione, sia ad elementi di contraddittorietà delle decisioni assunte nel tempo dall’Amministrazione”. A quanto si apprende esisterebbe un vizio di fondo nella procedura. Infatti nel parere del 2014 della direzione regionale dei Beni culturali del Lazio non si farebbe affatto menzione dell’Ippodromo.

NESSUN NUOVO ITER – “In assenza dell’unanimità – si legge ancora nella nota – la Commissione non ha ritenuto opportuno dare indicazioni alla Soprintendenza Speciale di avviare un nuovo procedimento di vincolo, in contraddittorio con il proponente Eurnova Srl e finalizzato a preservare le tribune dell’ippodromo. Resta nelle competenze della Soprintendenza Speciale la possibilità di individuare altre modalità di tutela”.

LeMa

SHARE