Home Notizie Regione

Forlanini: incontro con la cittadinanza per parlare del futuro dell’ex ospedale

SHARE
forlanini3

Presentato ieri il progetto “Forlanini Duepuntozero”, il progetto per l’ex nosocomio di Metropoli Roma

L’INCONTRO – Si è svolto ieri l’incontro con la cittadinanza durante il quale è stato esposto nei dettagli al pubblico il progetto denominato “Forlanini Duepuntozero” elaborato dall’associazione Metropoli Roma. Durante la presentazione, alla quale hanno partecipato numerosi cittadini, l’associazione ha esposto ai presenti il nuovo progetto di riqualificazione per l’ex nosocomio.

LA PROPOSTA PER L’EX OSPEDALE –  “Dopo la dismissione dell’ospedale Forlanini da parte della Regione Lazio, è necessario evitare l’abbandono e il degrado della struttura mettendo in campo un progetto per il suo futuro basato su una rigenerazione pubblica dell’intero complesso”, ha dichiarato il deputato Umberto Marroni (Pd), membro della Commissione Ambiente, territorio e lavori pubblici e presidente dell’associazione Metropoli Roma.
Il deputato ha seguitato parlando delle idee per la struttura, la cui riqualificazione, dice, dovrà mantenere la sua destinazione pubblica: “Un parco pubblico per circa 15 ettari con percorsi ciclo-pedonali, aree sport e giochi per bambini; un luogo per lo sviluppo della cultura attraverso il recupero del teatro e di spazi espositivi, la tutela del museo e l’installazione di una biblioteca; un centro per i servizi educativi locali con asili nido e scuola materna; una ‘città’ per i giovani e gli studenti con spazi dedicati alle star up, alle residenze universitarie e ad un ostello; un presidio permanente di sicurezza con la presenza di un commissariato di Polizia; uno spazio per i servizi di vicinato come una libreria e un punto ristoro”.

LA PIAZZA CARLO FORLANINI – Altro argomento di interesse è la piazza Carlo Forlanini, antistante all’ex nosocomio, che necessita di una sistemazione: “L’intervento sul Forlanini – seguita Marroni – non potrà prescindere dalla riqualificazione della piazza”, un intervento, conclude il deputato, “che il Comune deve realizzare anche al fine di armonizzare e valorizzare l’intero quartiere”.

 

Anna Paola Tortora

 

SHARE