Home Notizie Regione

L’AGRICOLTURA DÀ I SUOI FRUTTI

SHARE

Sono circa 1800 le nuove imprese agricole aperte nei primi nove mesi del 2008. Roma la provincia attiva.

L’agricoltura ha segnato, lo scorso anno, un’inversione di tendenza. Le aziende e l’occupazione, tendenzialmente in calo, hanno fatto registrare un andamento più che positivo.

A testimoniarlo, sono i dati riportati da Movimprese di Unioncamere, relativi ai primi nove mesi del 2008.
Un’effervescenza del settore che ha visto la nascita di 1.768 nuove imprese agricole iscritte alla alle camere di commercio del Lazio, per un totale di 51.384 attività, con un incremento pari al 46,6% rispetto allo stesso periodo del 2007 e con un tasso di natalità del 3,4%. In calo (-13,3% rispetto al 2007) anche le aziende che chiudono i battenti.
La provincia che registra i dati più positivi è Roma (611 nuove aperture) che, con i suoi 51mila ettari di superficie destinati all’agricoltura, è il comune agricolo più grande d’Europa.

Complici di questo cambio di rotta del settore agricolo i giovani, anche grazie ai fondi previsti dal Programma di Sviluppo Rurale (PSR) 2007/2013 che, per l’imprenditoria femminile e giovanile, stanzia 200milioni di euro, ovvero il 40% dei fondi del PSR. “Abbiamo ricevuto oltre 600 domande da parte di giovani intenzionati ad avviare aziende agricole – ha dichiarato l’assessore regionale all’agricoltura, Daniela Valentini -. Ciò dimostra che c’è voglia di più economia reale e i bandi intercettano una domanda molto diffusa”.

Nonostante un freno all’entusiasmo posto dalle organizzazioni di categoria che ribadiscono le difficoltà del settore, il segnale è tuttavia incoraggiante.
Erica Antonelli