Home Notizie Regione

Mare: cinque bandiere blu nel Lazio

SHARE

Come ogni anno anche in questo 2010 si fanno i conti con le bandiere rosse e blu che caratterizzano i mari di tutta Italia. All’Italia vengono assegnate 56 bandiere rosse, solo l’1% dei siti balneari. Dalla mappa sulla qualità delle acque balneari per il 2009 in Europa presentata il 10 giugno a BGruxelles emerge che in otto paesi del vecchio continente ci sono problemi legati all’inquinamento. In Italia anche se 231 spaigge hanno ottenuto la prestigiosa bandiera blu, 56 siti balneari sono stati ritenhuti “non conformi ai requisiti minimi della direttiva UE sulla qualità delle acque”. Gli impianti di depurazione sono carenti. Le bandiere blu sono presenti in 231 spiagge italiane, 4 in più rispetto allo scorso anno. Il Lazio ha 5 bandiere blu ad Anzio, Sabaudia, San Felice Circeo, Sperlonga e Gaeta (Latina). Il Lazio supera la Sicilia e la Calabria stabili a quota 4.    
La bandiera blu è un riconoscimento internazionale, istituito nel 1987, Anno Europeo dell’Ambiente, che viene assegnato ogni anno in 41 paesi europei ed extraeuropei con il supporto e la partecipazione delle due agenzie dell’ONU: UNEP (Programma delle Nazione Unite per l’Ambiente) e UNWTO (Organizzazione Mondiale del Turismo) con cui la FEE ha sottoscritto un protocollo di partnership globale. La bandiera blu è un eco-label volontario assegnato alle località turistiche balneari che rispettano criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio. In testa alla classifica delle spiagge italiane troviamo la Liguria con 17 riconoscimenti, seguono a pari merito Toscana e Marche con 16 litorali.

Arianna Adamo