Home Notizie Regione

Roma: La villa dei Casamonica assegnata alla Regione Lazio

Cioffredi: “Entro 10 giorni un bando per l’utilizzo sociale dell’immobile confiscato

SHARE

L’appello rivolto agli operatori del terzo settore perché sconfiggano la paura e partecipino al bando per l’assegnazione

LA VILLA – È una villa unifamiliare in via Roccabernarda, valore di mercato di circa 1milione e 400mila euro, il bene confiscato a Giuseppe Casamonica e sgomberato questa mattina dalla Questura di Roma. La villa è stata poi assegnata dall’Agenzia Nazionale dei Beni Confiscati alla Regione Lazio. La volontà è quella di restituire alla collettività i beni illecitamente accumulati dai sodalizi criminali.

L’APPELLO E IL BANDO – “Pubblicheremo entro 10 giorni un bando pubblico per l’assegnazione gratuita rivolto alla cooperazione e all’associazionismo per il riutilizzo sociale della villa confiscata alla Romanina – comunica in una nota Gianpiero Cioffredi, Presidente dell’Osservatorio Tecnico Scientifico per la Sicurezza e la Legalità della Regione – Lanciamo l’appello a tutto il terzo settore affinché sconfiggano la paura e partecipino in tanti  al bando per l’utilizzo sociale di un immobile confiscato ad un clan che a Roma si caratterizza per il suo forte potere di intimidazione”.

LE RASSICURAZIONI – La rassicurazione del presidente Cioffredi è quella di una presenza continua dello Stato: “Le strutture della società civile responsabile sappiano che lo Stato c’è e riesce a dare il meglio di sé nel contrasto alla criminalità organizzata perché a Roma sa fare squadra. Non finiremo mai di ringraziare per queste ragioni l’attività delle Forze di Polizia, del Prefetto Paola Basilone, Del Tribunale per le Misure di Prevenzione, dell’Agenzia Nazionale dei Beni Confiscati e del Procuratore Giuseppe Pignatone”.

SHARE