Home Notizie World in Rome

Compra una pietra e salva il museo

SHARE

L’iniziativa del Garibaldi- Meucci Museum di New York.

La crisi ed i tagli alla cultura non hanno fatto sconti a nessuno e anche in America la riduzione o la cancellazione dei finanziamenti pubblici ad alcuni istituti comincia a fare le prime vittime, come nel caso del Garibaldi-Meucci Museum di New York, che per sopravvivere a questa situazione ha lanciato una singolare iniziativa che grazie ad internet è arrivata sino allo stivale, rivolta a quanti vogliano sostenere le attività del museo e scongiurarne la chiusura a causa della drastica riduzione dei finanziamenti pubblici della città e dello stato di New York. Grazie al progetto di pavimentazione del viale esterno al museo, sarà possibile dare il proprio supporto attraverso l’acquisto di una o più pietre che costituiranno il lastricato e che potranno essere “personalizzate” con l’incisione del proprio nome o quello di un proprio caro. Il Museo di staten Island intitolato a Giuseppe Garibaldi e Antonio Meucci grazie ai contributi degli affiliati dell’associazione OSIA (Order Sons of Italy in America) ed ai finanziamenti pubblici della città e dello stato di New York continua ad esistere sin dagli anni ’50, ed ha sede nella casa dove Meucci visse per 40 anni, fino alla sua morte nel 1889, e che ospitò anche Garibaldi durante il suo secondo esilio nel 1850; dai primi anni ‘60 il museo è diventato un punto di riferimento sia per la comunità italiana che per lo stato di New York, e tra le molte attività che svolge ci sono anche tour storici sul Risorgimento e la spedizione dei Mille, corsi di lingua italiana, corsi di cultura, storia e tradizioni italiane per le scuole di ogni grado, incontri mensili su temi concernenti l’Italia, seminari, letture ed eventi festivi. “La vendita delle pietre è iniziata il 17 Marzo 2011 e ad oggi ne sono disponibili oltre 800” si legge in un messaggio postato sul profilo del Museo, dove sono disponibili brochure del progetto, prezzi (si parte da un minimo di 100$ ad un massimo di 1000$) e modalità di adesione.

Michela Romoli