Home Notizie World in Rome

Oscar 2015: ecco chi ha vinto

SHARE

Birdman di Iñárritu sbaraglia la concorrenza e fa incetta di statuette

L’avevamo sperato in molti e così è stato: Birdman di Alejandro Gonzàlez Iñárritu è stato giustamente premiato come miglior film dell’anno durante la kermesse degli Oscar, avvenuta questa notte (ora italiana). Ma non solo. Questo film dalle atmosfere surreali, completamente girato in piano sequenza, che mescola fantasia e realtà, contrapponendo in modo magistrale il tema della celebrità con quello del talento, avvalendosi di dialoghi vivaci e contemporaneamente profondi sul senso di fare arte, ha ottenuto anche il premio di miglior regia, di miglior sceneggiatura originale e di migliore fotografia. Meritatissimi, non c’è ombra di dubbio. Nonostante l’eccezionale interpretazione degli interpreti candidati per Birdman, ovvero Michael Keaton come migliore attore protagonista, Emma Stone e Edward Norton come non protagonisti, la premiazione ha decretato come miglior attore protagonista Eddie Redmayne, per la sua eccelsa interpretazione di Stephen Hawking, il noto fisico dalla vita tormentata dalla SLA, nel film “La Teoria del Tutto”. Anche il premio per migliore attrice protagonista ha sicuramente riconosciuto la magistrale interpretazione di Julianne Moore nel film Still Alice, in cui ha interpretato con intensità una donna affetta precocemente da Alzheimer che vede la sua vita scivolarle lentamente tra le mani. 

Nonostante Boyhood fosse tra i favoriti, ottiene solamente il premio per l’interpretazione di Patricia Acquette come non protagonista. Altri due film che hanno fatto discutere la critica, ovvero American Sniper e Interstellar, hanno ottenuto rispettivamente solo Oscar tecnici, il primo per miglior montaggio sonoro, il secondo per migliori effetti speciali.

Grande riconoscimento, invece, è stato dato a Grand Budapest Hotel, che ha ottenuto tutti gli oscar “estetici”, in cui spicca l’italiana Milena Canonero per i migliori costumi. Ma non solo: il film di Wes Anderson ottiene anche il premio per miglior trucco, migliore colonna sonora e migliore scenografia. Anche The Imitation Game, altra pellicola particolarmente di spicco in questi Oscar, ottiene solo la statuetta per la migliore sceneggiatura non originale mentre a Whiplash vengono riconosciuti gli oscar per il migliore attore non protagonista, J. K. Simmons, il miglior sonoro e il miglior montaggio.

Di seguito la lista completa di tutti i premi assegnati.

Miglior film: Birdman
Miglior attrice: Julianne Moore (Still Alice)
Miglior attore: Eddie Redmayne (La teoria del tutto)
Miglior regista: Alejandro Gonzàlez Iñárritu (Birdman)
Miglior film straniero: Ida (Paweł Pawlikowski)
Miglior attore non protagonista: J. K. Simmons (Whiplash)
Miglior attrice non protagonista: Patricia Acquette (Boyhood)
Miglior film d’animazione: Big Hero 6
Miglior canzone originale: Glory (John Legend, Common)
Migliore sceneggiatura originale: Birdman
Miglior fotografia: Emmanuel Lubezki (Birdman)
Miglior sceneggiatura non originale: The Imitation Game
Migliore colonna sonora: Grand Budapest Hotel (Alexandre Desplat)
Migliori effetti speciali: Interstellar
Miglior trucco: Grand Budapest Hotel (Mark Coulier, Frances Hannon)
Miglior Sonoro: Whiplash (Craig Mann, Ben Wilkins, Thomas Curley)
Migliori costume: Grand Budapest Hotel (Milena Canonero)
Miglior montaggio: Whiplash (Tom Cross)
Miglior montaggio sonoro: American Sniper (Bub Asman, Alan Robert Murray)
Migliore scenografia: Grand Budapest Hotel (Anna Pinnock, Adam Stockhausen)
Miglior documentario: CitizenFour
Miglior corto documentario: Crisis Hotline: Veterans Press 1
Miglior corto: The Phone Call
Miglior corto d’animazione: Feast

Serena Savelli