Home Parola ai lettori

Corridoio Mobilità – Filobus

SHARE
filobusrender

Riceviamo il contributo del CdQ Spinaceto-Tor de’Cenci

Giovedì 11 febbraio si è svolto un Consiglio Municipale Monotematico su “Corridoio Mobilità -Filobus”

Alla riunione richiesta dai Consiglieri del M5S Agnello e Mannarà erano stati invitati anche i Comitati di Quartiere, tra cui il nostro che è quello direttamente interessato, e i cittadini.

Nel suo intervento il presidente del comitato di quartiere di Spinaceto-Tor de’Cenci, ha ricordato ai Consiglieri e cittadini i fatti succedutesi negli ultimi 6 anni.

Roma Metropolitane progetto contro la mobilità.

Dopo decine di riunioni del C.d.Q. lo stesso aveva bocciato (nel 2011) il Progetto di Roma Metropolitane stilato dall’Ing. Santucci tutto collocato accanto alla C. Colombo. Lo scorso anno è stato bocciato il nuovo progetto dell’Arch. Meloni che addirittura era impostato su: Oceano Pacifico, Via Avignone, Torrino, Colombo, per poi entrare nei nostri quartieri. Tempo di percorrenza 55 minuti. Senza traffico (la notte).

Questo nuovo progetto fu bocciato all’unanimità anche dall’intera Commissione Mobilità del Municipio. Il Comitato di Quartiere ha ribadito che per essere funzionale, alle esigenza dei cittadini di Spinaceto, Tor de’ Cenci e dei quartieri vicini, il tracciato deve essere solo ed esclusivamente limitrofo alla via Pontina. E’ per l’intasamento (blocco) di questa strada che è nato il progetto del Filobus non per altre strade.

Perché al Municipio ci sono posizioni diverse tra Consiglieri, Presidenza e Commissione?

Dopo vari, articolati e a volte differenti interventi dei Consiglieri: Mannarà, Lepidini, De Julis e Gargano, su questa ipotesi di tracciato si è passati a discutere una mozione, su proposta dei Consiglieri del M5S Agnello e Mannarà che avrebbe impegnato il Presidente Santoro a chiedere una revisione totale dell’opera e appoggiare la sua stessa proposta che in due Assemblee del C.d.Q. (1.12.2014 e 11.05.2015) il minisindaco Santoro, aveva fatto e che prevedeva la costruzione di una corsia parallela alla Via Pontina, dall’EUR a Tor de’ Cenci. Purtroppo non è stato possibile raggiungere un accordo e si è rimasti che presto si riunirà la Commissione Mobilità per riprendere in mano la questione e portare avanti un progetto che realmente possa rimediare all’intasamento quotidiano della Via Pontina.

In definitiva la nuova linea di trasporto, che ci era stata promessa (inizialmente una monorotaia) doveva servire per migliorare la mobilità. E allora o si costruisce una linea che serve o meglio niente, se gli unici a tranne vantaggio sono Roma Metropolitana e i costruttori della Colombo e del Torrino che premono sui Politici e sui Tecnici (sempre più corrotti e fortunatamente sempre più arrestati) delle varie Amministrazioni, invece dei cittadini.

Il “meglio niente” dei cittadini è basato sul fatto che le due linee proposte non solo non aiuterebbero la mobilità ma andrebbero ad intasare gli stradoni di Spinaceto attualmente ancora transitabili. Quindi niente preclusioni e niente ideologie, ma solo il classico buonsenso del popolo.

Da Lepidini a Tronca per una giusta soluzione

Aspettiamo quindi con interesse, la prossima riunione della Commissione Mobilità del IX Municipio (presieduta da Lepidini) per capire intanto le vere intenzioni del Municipio e del minisindaco Santoro, su una faccenda che vede in gioco un mare di soldi: ben 67 milioni, già addentati da troppi pescecani.

E aspettiamo anche un intervento urgente del Commissario Tronca, l’unico che alla fine deve decidere, sentite tutte le parti interessate e, speriamo, non solo Roma Metropolitane.

Per il C.d.Q. il Presidente Guido Basso