Home psicologicaMENTE

Mamma ha un nuovo fidanzato

SHARE
fidanzato

Come presentarlo ai figli?

Buongiorno dottoressa

sono una donna separata con due figli di 7 e 10 anni. Da quasi un anno sto frequentando un uomo e, finalmente, dopo anni, sto provando dei sentimenti amorosi nei confronti di qualcuno che non siano i miei figli. La felicità è però offuscata dai sensi di colpa nei confronti dei bambini, ho paura che dopo anni di attenzione esclusiva possano sentirsi trascurati, e dai dubbi che ho riguardo come introdurlo in famiglia: lo accetteranno?
Avrebbe qualche consiglio da darmi al riguardo?
Distinti saluti, Claudia.

*****

Buongiorno Claudia,

una nuova relazione affettiva porterà sicuramente nella sua vita aspetti positivi.
Tuttavia, i timori che lei riporta sono molto comuni e comprensibili: le donne separate, rimanendo nella stragrande maggioranza delle volte a vivere con i figli, hanno una limitazione della loro libertà sicuramente superiore a quella dei papà. Per loro è difficile ricavare del tempo per sé stesse, soprattutto se i figli sono piccoli: si teme infatti che i bambini, già provati dalla separazione dei genitori, soffrano se la mamma non è presente come prima, o magari più di prima. Ciò limita, ovviamente, la possibilità per le mamme di fare nuove conoscenze. Oppure può succedere che si è così sofferenti per la fine del matrimonio, vissuto come un fallimento, che ci si sente poco disponibili ad investire dei sentimenti in una nuova relazione.
Quando, finalmente, ci si sente pronte per investire energie in un nuovo rapporto, come è successo a lei, Claudia, si può essere assalite da molti dubbi.
Il fatto stesso che lei si stia domandando se i suoi figli potranno sentirsi trascurati, testimonia la sua sensibilità ed attenzione alle emozioni dei suoi bambini ai quali, come lei stessa scrive, ha dedicato un’attenzione esclusiva per anni. Dedicare del tempo a sé le farà sicuramente bene e ciò sarà senza dubbio positivo anche per il suo rapporto con loro.
Per ciò che riguarda, invece, l’opportunità di presentare il suo nuovo compagno ai suoi figli, ciò che suggerisco è di agire con gradualità.
I bambini possono sentire la nuova presenza come minaccia all’amore esclusivo della mamma per loro, soprattutto se per molto tempo è stato così. Ci vuole tempo e pazienza. Un nuovo fidanzato per mamma, poi, può rappresentare la fine definitiva del sogno che i bambini coltivano per anni, che mamma e papà possano ritornare insieme.
Quindi possono mostrarsi inizialmente diffidenti o contrariati: naturalmente non conoscendo il temperamento dei suoi figli sono portata ad un’eccessiva generalizzazione, ogni bambino è diverso e reagisce in base ad una serie di fattori che vanno dal suo carattere, al rapporto con la mamma, con il papà, all’abitudine alla frequentazione di altre figure di adulti, ecc..
Quello che mi sento di suggerire solitamente è di presentare un nuovo compagno ai figli quando si è abbastanza sicure del legame, per evitare che i bambini possano affezionarsi ad una persona che poi dopo poco tempo scomparirà dalla loro vita; ma dall’entusiasmo che leggo nelle sue brevi righe, mi sembra di capire che lei sente che questa relazione nuova è molto importante.
Prima ancora di presentarlo ai figli sarebbe opportuno comunicarlo all’ex coniuge, e, se i rapporti sono sereni, scegliere insieme il modo migliore per dirglielo.
Poi, quando avrete deciso che è il momento di farlo conoscere ai suoi figli, per il primo incontro tra loro può essere utile e piacevole fare tutti insieme una cosa divertente per i bambini.
Poi le consiglio di proseguire lentamente, non è consigliabile iniziare subito, una volta che i bambini lo hanno conosciuto, a fargli frequentare assiduamente la casa ed interferire con le vostre abitudini familiari. Deve essere fatto un po’ per volta.
E deve essere chiaro fin da subito che il “nuovo arrivato” non sostituirà in nessun modo l’altro genitore: un padre i suoi figli lo hanno già ed è lui che continuerà a svolgere le funzioni paterne.
Non si scoraggi se le cose non dovessero andare bene all’inizio, dia tempo ai bambini ed al suo compagno di conoscersi reciprocamente, di abituarsi alla reciproca presenza, e di accettarsi. E provi ad abbandonare i sensi di colpa: una mamma serena e soddisfatta anche in campo sentimentale è una risorsa migliore anche per i bambini.
In bocca al lupo!
Cordiali saluti

Dott.ssa Silvia Sossi
Psicologa-Psicoterapeuta

Leggi tutti gli articoli della Rubrica PsicologicaMente