Home Rubriche City Tips

Caos sciopero trasporti, Assoconsum presenta esposto

SHARE
sciopero trasp pubblici

Dopo gli scioperi di venerdì scorso dall’associazione chiedono il rispetto dei diritti degli utenti

I DISAGI – Venerdì 17 aprile, nella tradizione uno di quei giorni in cui può succedere di tutto, non ha di certo fatto mancare il suo peso sulla vita dei romani. In particolare sugli spostamenti dei tanti cittadini e pendolari che ogni giorno utilizzano i mezzi pubblici. Ritardi, linee e corse soppresse, tutto a causa di tre scioperi indetti dalle sigle sindacali Ugl in Atac e Faisa Cisal in Roma Tpl.

L’ESPOSTO – Sulla vicenda, ma soprattutto sugli enormi disagi cui sono incorsi gli utenti, l’Assoconsum ha presentato un esposto alla procura della Repubblica: “Centinaia di cittadini sono stati invitati a scendere dalla metropolitana mentre erano già in viaggio, altri si sono ritrovati le porte della metro chiuse in faccia – spiegano in una nota i rappresentanti dell’associazione dei consumatori – Alla fine, esasperati, hanno deciso di occupare i vagoni di un convoglio della linea A”.

UNA SITUAZIONE ESPLOSIVA – Una situazione questa che il presidente di Assoconsum, Aldo Perrotta, ha definito ‘esplosiva’: “Il diritto di sciopero non può non rispettare i diritti degli utenti del trasporto pubblico. Abbiamo presentato un esposto alla Procura della Repubblica e all’Autorità di garanzia sugli scioperi per verificare che tutto si sia svolto regolarmente e che la protesta abbia rispettato le fasce di garanzia. Non è più possibile tollerare questa situazione. I cittadini – conclude – sono fruitori dei servizi pubblici e non prigionieri della città”.