Home Rubriche City Tips

Difendere i risparmi dall’inflazione: tutti i consigli utili

SHARE

Quando si tratta di risparmi e di investimenti, è sempre utile seguire una serie di consigli dati dagli esperti del settore, così da riuscire a massimizzare i profitti.

Risparmiare, infatti, è molto importante ma lo è anche sapere come difendere i propri risparmi. Ecco, quindi, che è interessante capire come evitare la corrosione degli stessi dovuta all’inflazione.

Cosa dicono in merito gli esperti del settore finanziario? Riportiamo qualche utile dritta al fine di aiutare tutti i risparmiatori italiani che non vogliono vedere le proprie somme attaccate dall’inflazione.

A dire il vero, per qualche anno l’inflazione è sparita ma, attualmente, l’Europa tutta, e quindi anche il nostro paese, deve fare di nuovo i conti con questo problema. Stano a quanto ci dicono le rilevazioni effettuate nel mese di Luglio, nell’eurozona il costo della vita è aumentato di una percentuale pari al 2,1%. Nel nostro paese, si deve sottolineare, l’aumento è stato pari all’1,5%.

Questo ha delle conseguenze anche sui nostri risparmi. Per i consumatori e per i risparmiatori, infatti, l’inflazione è sempre un qualcosa da temere, perché va a corrodere quelle che sono le somme che abbiamo risparmiato. Da sempre gli italiani sono un popolo di risparmiatori anche se, è bene sottolinearlo, si fanno ben pochi investimenti e tutti molto cauti e sicuri.

Entrando nel vivo del discorso, quali sono gli strumenti finanziari necessari per proteggere i risparmi, senza lasciarli in balia dell’erosione causata dall’inflazione?

Si parte dai Btpei. Questi sono, nello specifico, dei titoli di Stato che permettono di avere un rendimento connesso proprio all’inflazione. In poche parole, sono dei Btp (Buoni del Tesoro Poliennali) che, ogni anno, in tranche semestrali, liquidano un interesse che è fisso in termini percentuali. Cosa significa? Che il capitale rimborsato alla scadenza del Btpei sarà legato all’andamento dei prezzi nell’eurozona e, pertanto, se sale l’inflazione aumenta anche il prezzo di rimborso.

Anche i Btp Italia sono uno strumento da prendere in considerazione per investire ma anche per cercare di salvaguardare i propri risparmi. Di cosa si tratta nello specifico? Questi sono dei buoni del Tesoro italiano connessi all’inflazione per quel che concerne i rendimenti. A questo punto non rimane che domandarsi cosa cambia rispetto ai Btpei? In questo caso, il titolo viene rimborsato alla scadenza allo stesso prezzo del momento dell’emissione, ma ogni 6 mesi chi acquista dei Btp Italia incassa un interesse. Quest’ultimo è composto da una parte fissa e una legata all’inflazione italiana.

Si deve segnalare anche la possibilità di investire in uno dei tanti fondi comuni di investimento. Tra questi spiccano i fondi inflation linked, che vedono protagoniste delle obbligazioni con rendimento legato all’inflazione, così come suggerisce il nome stesso.

Questi sono solo alcuni dei tanti strumenti finanziari da prendere in considerazione se si teme l’influenza negativa dell’inflazione sui propri risparmi. Per scoprire tutti gli altri è utile fare riferimento ai consigli e alle indicazioni dei maggiori esponenti del settore. Ad esempio, su un portale come https://www.investire24.it/ si trova tutto ciò che si desidera sapere in merito alla gestione dei propri risparmi e non solo. Risparmiare e investire sono due cose estremamente importanti, che non vanno prese alla leggera ma che devono essere mirate ad avere il massimo in termini di profitto.

Gestire al meglio le proprie finanze, del resto, risulta essere fondamentale, perché altrimenti si rischia di trovarsi con nulla in mano, dopo aver fatto tanti sacrifici. Per questo motivo ci si deve affidare a degli esperti del settore, si devono frequentare i portali che si occupano di gestione risparmi e finanze e si devono seguire le dritte che vengono date.