Home Rubriche City Tips

Giocattoli sicuri, come sceglierli?

SHARE

Da che mondo e mondo, i bambini lo sappiamo, amano toccare, mettere in bocca e masticare qualsiasi cosa capiti loro sotto mano, questo è uno dei loro primi istinti.

Sappiamo scegliere con cura i loro giocattoli per evitare che momenti di piacere si trasformino in pericoli?

 

Prima di tutto dobbiamo controllare bene sia la ‘natura’ fisica dell’oggetto quanto il suo funzionamento. Non devono mancare avvertenze e precauzioni d’uso, il marchio di fabbrica deve essere ben visibile, cosi come l’indirizzo del fabbricante o di chi l’ha importato.
Per saperne di più sono andata al sito dell’Istituto Italiano Sicurezza Giocattoli, un ente che si occupa della certificazione di sicurezza di giocattoli e prodotti destinati all’infanzia. Mi sono andata a leggere la normativa sulla sicurezza e posso dirvi è assolutamente importante riscontrare nel giocattolo questi ‘simboli’ chiave:
MARCHIO ‘CE’: ogni giocattolo deve, necessariamente, essere contrassegnato da questo marchio, standard di conformità obbligatorio in Europa, apposto direttamente dal fabbricante o da un Ente Certificatore accreditato.
Il marchio, cosa molto importante, deve essere indelebile, visibile e leggibile sul prodotto. Inutile dire che negli ultimi tempi il ‘fenomeno’ dei marchi contraffatti ha preso molto piede, anche nel mercato dei giocattoli. Mi è capitato spesso di vedere giochi per bambini non a norma, sprovvisti del marchio CE, o in atri casi, con la scritta CE palesemente copiata. La maggior parte dei giocattoli che si vendono in Italia è prodotta in Cina, quasi più del 50%!
Ora, in Cina ci sono anche aziende Italiane con standard di sicurezza e controlli, quindi non dico che non c’è tutela sui prodotti, ma la cosa più importante è riuscire a capire chi rispetta gli standard di sicurezza e chi no: dobbiamo evitare di acquistare prodotti ‘made in China’, fabbricati e importati in Italia senza alcuna garanzia e per di più con marchi contraffatti! Pensiamo a un giocattolo che perde pezzi, gomme di finti telefonini per bambini che potrebbero essere tossiche, coloranti per giochi oppure anche pile senza protezione!
Per contrastare questo ‘mercato illegale’ dobbiamo essere noi i primi a prestarvi attenzione, controllando sempre l’integrità del gioco che stiamo per acquistare, se non altro per favorire chi, con onestà e lealtà, lavora rispettando standard di sicurezza per il bene della collettività. Vi lascio pensare.

‘GIOCATTOLI SICURI’, questa scritta è un marchio rilasciato dall’Istituto Italiano Sicurezza Giocattoli che ne attesta l’avvenuta certificazione da parte di terzi. Questo significa che il prodotto è stato ‘testato’ e dichiarato sicuro grazie ad un programma di ispezioni concordato con i produttori. I tecnici addetti al controllo, si assicurano che il giocattolo non presenti bordi taglienti, punte affilate, oppure parti piccole che potrebbero essere ingerite dal bambino.
Ad esempio, molto interessanti i test che fanno sui giocattoli:
– i peluche vengono tirati, morsi e strattonati da bracci meccanici, per verificare che siano in grado di resistere allo strappo di occhi e nasi;
– prove d’infiammabilità e analisi eco tossicologiche (test d’irritazione per la pelle e per gli occhi);
– prove aggiuntive specifiche per giocattoli che si compongono di parti elettriche;
– vengono controllate le materie prime, il collante e le vernici con le quali sono costruiti i giocattoli;
Chi non esegue controlli che garanzie può darci?
Un’altra cosa molto importante quando acquistiamo un giocattolo è stare attenti alle fasce d’età. In assenza di un’età consigliata si presuppone che il giocattolo sia adatto a bambini di tutte le età (0-14 anni).
Quando, invece, compriamo giocattoli per bambini di età inferiore a tre anni (36 mesi) dobbiamo assicurarci che il gioco non contenga parti piccole. La presenza, ad esempio, del simbolo denominato ‘fantasmino’ (simbolo rosso sbarrato con la faccia di un bimbo) indica l’esistenza di un rischio per bambini con un’età inferiore ai 3 anni. Se volete saperne di più, al link trovate un elenco dettagliato di giochi che potete acquistare in completa sicurezza perché studiati in rapporto all’età del bambino.
http://www.giocattolisicuri.com/angolo-psicologa.php?codpsico=14

In ultimo fate particolarmente attenzione a questi oggetti:
– Palloncini in lattice gonfiabili, sono raccomandati dagli 8 anni in su (nello specifico nel giocattolo potete trovare la dicitura 8+
– Frecce e archi, devono avere adeguate protezioni che proteggano da lacerazioni o possibili danni a parti sensibili come ad esempio gli occhi se fossero lanciati

– Giocattoli con corde e stringhe, non sono raccomandabili per i bimbi piccoli in quanto potrebbero causare rischi di strangolamento
– Giochi ‘rumorosi’, i giochi devono anche rispettare precisi standard di rumore per prevenire danni all’udito, i bambini è normale sono più sensibili ai suoni rispetto a noi adulti

I vostri bimbi sono il dono più prezioso, tuteliamoli.

Maria Linda Muzi