Home Rubriche City Tips

Tra fiaba e gioco: nasce la Community di Zebuloni

SHARE
Foto Tappeto Parlante

Un nuovo strumento di mediazione tra i bambini ed il libro per avvicinare al mondo della lettura

Zebuloni, il brand che punta a diffondere nuovi materiali per la promozione della lettura, ha lanciato la Community. Una rete virtuale attraverso cui sviluppare materiali come i Tappeti Parlanti, versione italiana dei “Tapis de lecture” francesi. Uno strumento ludico che, pur non essendo un giocattolo, risulta molto apprezzato dai bambini.

“Cosa c’è di meglio di poter toccare una storia mentre la si racconta? Noi è questo quello che vogliamo fare con i Tappeti Parlanti. Ma per riuscirci, dobbiamo coinvolgere tante persone – spiega Delphine Sicurani, vincitrice del Talent Working 2016 del Bic Lazio e promotrice del progetto Tappeti Parlanti – per questo abbiamo deciso di lanciare una Community”

“Un Tappeto Parlante – aggiunge Marie-Eve Venturino, cofondatrice di Zebuloni Srls– è un mondo in miniatura, morbido e colorato, un posto incantato dove prendono vita le avventure dei personaggi di una favola, d’un libro illustrato o di una filastrocca con le parole e la mani del narratore”. Un mondo di stoffa, alla portata di genitori ed educatori che ora potranno disporre anche di uno strumento interattivo: la Community.

Accedendo al sito www.zebuloni.it è davvero possibile trovare un universo, dove fiaba e gioco magicamente s’intrecciano, seguendo un filo conduttore: quello della lettura. “Nel portale abbiamo pubblicato una prima selezione di libri ancora in commercio e disponibili in più lingue – spiegano Delphine e Marie-Eve – e sempre sul sito abbiamo inserito una bibliografia di studi e ricerche. Mi ci sono anche proposte ludiche e pedagogiche per continuare ad utilizzare il libro a casa ed a scuola”.

La Community è però appena nata, e per funzionare ha bisogno di genitori, nonni, educatori ed insegnanti interessati a partecipare al miglioramento del progetto. Come fare? Semplice, prima di tutto occorre iscriversi al sito. Poi, nella sezione dedicata, si potranno inserire riferimenti bibliografici e suggerire idee per le attività legate ai libri. Ma si potranno consultare e scaricare anche quelle già presenti.
“L’obiettivo di un Tappeto Parlante, il cui catalogo è in continua espansione – concludono Delphine e Marie-Eve – è di proporre materiali alternativi. Puntiamo a creare nuovi strumenti di mediazione tra il bambino, il libro e l’adulto, per far scoprire a tutti il piacere della scrittura. La Community invece, è il riflesso della nostra filosofia, della nostra volontà di condividere ciò che ci piace e ci fa riflettere. Con la Community quindi il progetto cresce insieme a chi ama ed usa i libri per bambini. Tra le mura di casa, o sul proprio posto di lavoro”.