Home Rubriche Food & Beverage

Around Bar Roma Show: un bilancio dopo l’anteprima

SHARE

Aziende, produttori, esercenti si sono incontrati grazie all’interesse per il food & beverage ed è stata l’occasione per rilanciare il tema dell’ecosostenibilità e della responsabilità d’impresa, tutto in un ambiente fieristico divenuto artistico


Si è tenuta a Fiera di Roma, l’anteprima di Around Bar Roma Show, l’evento dedicato al mondo del food and beverage che dal 13 al 16 novembre ha rivoluzionato il classico concetto di expo. Molto più  di un b2b, un appuntamento per richiamare l’attenzione delle aziende, degli esercenti, dei politici, sui nuovi significati del commercio, dello sviluppo economico, del lavoro, dell’attenzione al futuro. Responsabilità d’impresa e sviluppo sostenibile sono difatti state le parole chiave di questa reunion tra aziende, istituzioni ed esercenti, attraverso anche l’esposizione dei dieci pannelli contenenti i principi del Global Compact, la piattaforma dell’Onu che difende la sostenibilità è che ha accompagnato lo svolgersi di Abrs dal principio. E sarà il punto cardine dell’edizione uno di Around Bar Roma Show, prevista nel primo semestre del 2012, incentrata appunto sui criteri della sostenibilità. Sostenibile sarà infatti Fiera di Roma, prima fiera in Italia, tra le prime in Europa, ad iscriversi al Global Compact. Un segno deciso, uno sguardo attento al futuro, ed al mondo che ci circonda: “Abbiamo poco tempo per cambiare le cose” è stato infatti il liet motiv dell’altra grande novità di Abrs.

Prima volta in assoluto che un’expo abbia indossato i panni di una mostra d’arte. Coinvolgimento sensoriale ed emozione, le parole chiave che hanno accompagnato e avvolto il visitatore.
Un ingresso in penombra, una vera rambla illuminata da sei maxi schermi laterali che hanno regalato ai visitatori un percorso emozionale unico. Un’ accoglienza insolita per una expo che promette emozioni. Negli schermi, tre cortometraggi per un unico messaggio: lo sguardo dell’uomo proiettato al futuro, volto a mantenere e rispettare il contatto con l’ambiente e con le persone. Natura, futuro, persone. L’ulteriore firma all’impegno di sostenibilità che Abrs conferma in ogni sua forma.


Un susseguirsi di emozioni, immagini, spettacolo, profumi e cibo. Un connubio di sensi che ha coinvolto lo spettatore abbracciandolo sotto ogni aspetto, rimarcando la mission che Abrs aveva annunciato in conferenza stampa: essere il primo b2b, dedicato al mondo del food and beverage, che traducesse gli affari e il business in immagini, emozioni, arte. Proprio per incentivare gli affari, è stata appositamente creata per Abrs la piattaforma informatica Kb! (KeyBumping!), uno strumento ideato per aiutare l’incontro tra aziende ed esercenti, attraverso cui l’utente iscritto potrà, inserendo i propri dati e le personali necessità, programmare sin da ora meeting d’affari e incontri personalizzati.


Abrs non è stata solo business: diversi i momenti di glamour e spettacolo, grazie agli eventi, master e concorsi per bar tender organizzati da BarUniversity, la scuola di formazione del Gruppo24Ore, media partner della manifestazione, ed ai momenti fuori fiera: a partire dasl “the Abrs Different Gala for Global Compact Network Italia” tenutosi al Salone delle Fontane all’Eur, sino al “The Abrs-Carlsberg Open di Golf”, un 18 buche stableford tenutosi allo Sheraton Golf Parco de’ Medici che ha visto sfidarsi 70 golfisti, tra uomini e donne, suddivisi in tre categorie.

Solo un’anteprima dunque, in questo 2011. L’appuntamento è per il prossimo anno, sempre nel segno dell’emozione e della sostenibilità.